Il 2015 in 12 singoli: #10 – Infectious hits

Posted by

Succede ogni anno. Spesso fuori da ogni meccanismo di uscita discografica, album e campagna mediatica. A un certo punto viene fuori dal nulla il personaggio di spessore dalle file della produzione dance di qualità, e ti tira fuori la hit che ti fa scatenare in pista senza freni. Altro che cultura, underground e missioni educative. Quel che fanno è proprio colpire nel segno usando tutti i meccanismi collaudati della dance popolare, tipicamente ereditati dalla storia house. Garage e jack house solitamente hanno la preferenza. E tu ogni hanno vedi spuntare come funghi le prove wannabe-mainstream dei produttori di carattere: Disclosure, Breach, Duck Sauce, Duke Dumont.

Quest’anno per fare la megahit ci si son messi in tre: Eats Everything, Tiga e Audion. Con tanto di video che fa scatenare le impiegate annoiate del magazzino. Esperienza e talento orientate alla popolarità. E poi rischi anche di odiare te stesso per il resto della tua vita.

Vedi anche:

Annunci

3 comments

Leave a Comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...