Dieci classici film di Natale che non passeranno mai di moda

Posted by

Il periodo del Natale è stato spesso e volentieri sfruttato per ambientare tantissimi film, che nel tempo sono diventati veri e propri classici. Le pellicole che seguono, spesso ricolme di neve, regali, vecchietti dalla barba bianca e tanti buoni sentimenti, scandiscono ogni anno i post-pranzo o cena natalizi.

Andiamo a vedere dieci classici film di Natale che andrebbero visti almeno una volta.


La vita è meravigliosa

Iniziamo con il classico dei classici di questa lista: La vita è meravigliosa è “il” film di Natale” per eccellenza.

George Bailey è uomo tutto d’un pezzo, che, dopo una vita passata a sostenere la comunità di Bedford Falls, si ritrova con un pugno di mosche e desidera togliersi la vita. In suo soccorso arriva un angelo, che gli mostra quanto sarebbe stata peggiore la vita degli abitanti della cittadina senza di lui.

Un Frank Capra ispirato e un grande James Stewart guidano lo spettatore in questa rivisitazione tinta di magia del Canto di Natale di Dickens.


Willy Wonka e la Fabbrica di cioccolato

Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato (l’originale del 1971) è diventato un cult natalizio grazie soprattutto ai suoi passaggi televisivi.

Tra i cinque fortunati bambini che riescono a vincere il concorso per accedere alla segretissima fabbrica di Willy Wonka c’é Charlie, un bambino povero, la cui onestà conquisterà il grande fabbricante di dolci interpretato da Gene Wilder.

Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato ha conquistato generazioni di bambini anche grazie alla sua storia commovente e per questo non può mancare tra i dieci classici film di Natale.


Una poltrona per due

Il film natalizio meno natalizio di sempre con Dan Aykroyd ed Eddie Murphy è per diritto acquisito uno dei classici film di Natale.

Una poltrona per due ci perseguita da decenni, ma resta comunque un appuntamento irrinunciabile alla vigilia di Natale.

Una cinica scommessa costringe il senzatetto Billy Ray Valentine e lo yuppie Louis Winthorpe III a scambiarsi la vita, fino a che i due si alleano e si vendicano di due anziani ricconi portandoli alla bancarotta.

Nonostante una trama cinica, battute pesanti, donne con  pochi veli e gorilloni infoiati, Una poltrona per due è da sempre considerato un must a Natale.


Un biglietto in due

Planes, Trains and Automobiles acquista in Italia un titolo che si rifà spudoratamente a Una poltrona per due.

Un biglietto in due ha come protagonisti Steve Martin e John Candy che, tra varie vicissitudini, tentano di tornare da New York a Chicago per il Giorno del Ringraziamento. I diversi caratteri dei due e i continui incidenti di percorso rendono il viaggio tortuoso e spesso tragicomico, ma cementano un’amicizia che li porta a passare la festa assieme.

Un biglietto in due ha una coppia di attori che funziona alla grande e tutti gli ingredienti che lo rendono più che adatto alle feste di Natale.


Gremlins

Un papà alla ricerca di un regalo di Natale originale per il proprio figlio acquista a Chinatown un apparentemente innocuo e adorabile Mogwai. Purtroppo non seguirà alla lettera le istruzioni per accudirlo e le cose prenderanno una piega poco rassicurante.

Gremlins, nonostante sia una commedia horror, è diventato un cult natalizio che accompagna da anni le feste, anche grazie alle scelte registiche di Joe Dante e alla supervisione del produttore Steven Spielberg.


Mamma ho perso l’aereo

Macaulay Culkin fece fortuna a inizio anni ’90 interpretando il bambino che durante le vacanze natalizie viene dimenticato a casa dai genitori e deve difenderla dall’assalto di due ladri. Joe Pesci e Daniel Stern vengono maltrattati dalla piccola peste per gran parte del film e alla fine ti costringono a fare il tifo per loro.

Una sottilissima trama guida Mamma Ho Perso L’Aereo, che invece di finire all’indice per incitamento all’abbandono di minori ha conquistato generazioni di famiglie sotto sotto desiderose di liberarsi per un pò della prole a Natale.


Nightmare Before Christmas

Tim Burton era tra i papabili per girare Gremlins e, alla fine, un film sul Natale è riuscito a farlo. Nightmare Before Christmas è però un film natalizio gotico e visionario, in pieno stile “burtoniano”.

Protagonista della storia è Jack Skeleton, re delle zucche del Paese di Halloween, che cerca nuovi stimoli mentre è alle prese con l’organizzazione della consueta notte delle streghe. La casuale scoperta del Natale e la passione che ne deriva verrà condivisa da Jack con i suoi grotteschi concittadini, ma solo con la collaborazione di Babbo Natale (rapito dal cattivo Mr. Bau Bau) il Paese di Halloween capirà cos’è davvero lo spirito natalizio. Un capolavoro animato che va visto almeno una volta!


Elf

Gradevole pellicola con un grande Will Ferrell, che interpreta Buddy, un orfano finito per sbaglio nel sacco di Babbo Natale e cresciuto poi come un elfo al Polo Nord. Da grande, però, Buddy si rende conto che il suo metro e novanta va poco d’accordo con l’altezza media degli elfi e parte alla ricerca delle sue origini, incontrando più di un ostacolo. Il lieto fine, con la rappacificazione con il padre James Caan e la scoperta dell’amore, sono d’obbligo per questo inaspettato campione d’incassi (220 milioni di dollari a fronte di un budget di 33 milioni).

Cattivo il giusto (si sprecano le citazioni dei Cohen), Elf compensa l’anarchia irrefrenabile di Ferrell con tanti buoni sentimenti, entrando di diritto nei dieci classici film di Natale.


Babbo Bastardo

Babbo Bastardo è il film che demolisce ogni luogo comune su Babbo Natale e ne distrugge ogni credibilità. Tutto questo grazie a un Billy Bob Thornton che sembra nato per la parte del rapinatore imbroglione e alcolizzato, ma dal cuore sotto sotto (ma molto sotto) tenero.

Willie e Marcus rapinano ogni Natale un centro commerciale e per farlo si fanno assumere come Babbo natale ed elfo, studiando così i punti deboli della sicurezza dall’interno. Willie fa però amicizia con un ingenuo bambino che lo considera davvero Babbo Natale, finendo piano piano per redimersi e per abbandonare la cattiva strada.

Irriverente come nessun altro, Babbo Bastardo merita di stare in questa lista perché, nonostante tutto, è il film che meglio di altri racconta il vero spirito di Natale


S.O.S. Fantasmi

Ennesimo titolo italiano che ammicca al successo di un altro film (in questo caso Ghostbusters), vista anche la presenza di uno dei protagonisti. Scrooged diventa da noi S.O.S. Fantasmi e Bill Murray reinterpreta Il Canto di Natale e lo trascina nei rampanti anni 80.

Francis Cross è un direttore di rete che, pur di fare carriera, ha abbracciato cinismo e ferocia fino a diventare arido. Le visite dei tre fantasmi del Natale passato, presente e futuro metteranno a dura prova il giudizio sulla sua vita e su come vuole proseguirla, portandolo a ricredersi su come essere.

Come nel caso di Una poltrona per due anche S.O.S. Fantasmi è una commedia natalizia sui generis, che regala un lieto fine solo dopo aver mostrato quanto si possa diventare spietati per stringere il successo.

No votes yet.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.