Oscar 2018: tutti i vincitori e qualche commento

Posted by

In quella che è già stata definita una delle cerimonie Oscar più “democratiche” della storia recente, molti sono stati i vincitori che rispecchiavano i favori della maggioranza del pubblico. Ma non mancano ovviamente le sorprese. O meglio, le premiazioni che anche nel rispetto del parere diffuso, danno spunto di discussione una volta analizzati gli sconfitti della categoria.

Il premio più atteso ovviamente era quello per Miglior Film, e ad aggiudicarselo è La Forma dell’Acqua di Guillermo del Toro: un film che ha soddisfatto le aspettative di molti (noi compresi, qui la nostra analisi), con una di quelle storie che fa piacere vedere sul grande schermo. Il film batte concorrenti come Dunkirk, L’ora più Buia, Il Filo Nascosto e Chiamami col tuo Nome e collateralmente Guillermo del Toro si aggiudica la statuetta come miglior regia, superando anche qui Christopher Nolan e offrendo spazio per qualche delusione.

shapeofwater2
La Forma dell’Acqua

Abbastanza popolari le scelte per gli attori: Gary Oldman prende finalmente l’Oscar per la parte di Churchill ne L’ora più Buia e Frances McNormand per Tre manifesti a Ebbing, Missouri, due scelte che riflettono fedelmente anche le preferenze di pubblico. Più sorprendenti invece l’Oscar alla scenografia e alla colonna sonora, entrambi a La Forma dell’Acqua, contro concorrenti particolarmente dignitosi come Blade Runner 2049 e Dunkirk, segno che spesso è un unico film a conquistare i favori su ogni categoria, anche quelle meno scontate. Blade Runner 2049 conquista comunque la fotografia e Dunkirk il montaggio e il montaggio sonoro, a dimostrazione dei meriti che avevano in quegli ambiti.

Per il resto abbiamo la sorpresa Get Out, che ottiene quattro nomination (risultato già più che prestigioso per un film che in fondo rientra nella categoria horror) e addirittura una vittoria, come miglior sceneggiatura originale, superando anche La Forma dell’Acqua. La Pixar domina ancora la categoria d’animazione con Coco, premiato come miglior film d’animazione e miglior canzone (Remember Me). Il resto è abbastanza condivisibile, per un’edizione in cui in fondo le sorprese sono quasi benvenute, tale è la popolarità di certe scelte.

Ecco tutti i vincitori:

  • Miglior film: La forma dell’Acqua
  • Miglior attore protagonista: Gary Oldman, L’ora più buia
  • Miglior attrice protagonista: Frances McDormand, Tre manifesti a Ebbing, Missouri
  • Miglior film straniero: Una donna fantastica (Cile)
  • Miglior regia: Guillermo del Toro, La forma dell’acqua
  • Miglior attrice non protagonista: Allison Janney, Io, Tonya
  • Miglior attore non protagonista: Sam Rockwell, Tre manifesti a Ebbing, Missouri
  • Miglior film d’animazione: Coco
  • Miglior documentario: Icarus
  • Miglior corto: The Silent Child
  • Miglior corto animato: Dear Basketball
  • Miglior corto documentario: Heaven is a Traffic Jam on the 405
  • Miglior sceneggiatura originale: Get Out, Jordan Peele
  • Miglior sceneggiatura non originale: Chiamami col tuo nome, James Ivory
  • Miglior fotografia: Blade Runner 2049
  • Miglior montaggio: Dunkirk
  • Miglior trucco e acconciature: L’ora più buia
  • Migliori costumi: Il filo nascosto
  • Miglior sonoro: Richard King e Alex Gibson, Dunkirk
  • Miglior montaggio sonoro: Gary A. Rizzo, Gregg Landaker e Mark Weingarten, Dunkirk
  • Miglior scenografia: Paul D. Austerberry, Shane Vieau e Jeff Melvin, La forma dell’acqua
  • Migliori effetti speciali: Blade Runner 2049
  • Miglior colonna sonora originale: La forma dell’acqua, Alexandre Desplat
  • Miglior canzone: Remember me, Coco
No votes yet.
Please wait...

One comment

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.