La terza guerra mondiale è in arrivo? Dal Papa ad Anonymous, predizioni, profezie e punti di vista

Posted by

L’attacco della Russia in Ucraina ha rivitalizzato una delle paure più grandi del mondo moderno: quella di una possibile terza guerra mondiale che potrebbe scoppiare negli anni a venire, con l’aggiunta della minaccia dell’apocalisse nucleare. La stessa scena politica continua a menzionare tale eventualità nel tentativo di far pressioni internazionali, mentre la gente comune ricerca ossessivamente prove che lo scoppio di una nuova guerra mondiale sia stata predetta dalle profezie di Nostradamus, dal terzo segreto di Fatima o dal gruppo di hacker Anonymous.

Facciamo un po’ di chiarezza: non esiste profezia che predisse in maniera chiara e inequivocabile l’arrivo di una terza guerra mondiale. Anche il terzo segreto di Fatima, analizzato in maniera così approfondita in queste settimane, dipinge uno scenario apocalittico, certo, ma non ci sono segnali chiari che puntino nella direzione di una guerra globale. Il terzo segreto di Fatima è affascinante e vale la pena approfondirlo in ogni caso, ma con uno spirito oggettivo e aperto al messaggio, senza cercare per forza spiegazioni per ciò che stiamo vivendo oggi. L’articolo qui sotto affronta ogni questione in maniera esaustiva.

La verità è che non è la prima volta nella storia che la paura della terza guerra mondiale si fa reale. Tutta la guerra fredda tra Stati Uniti e Russia è stata fondata su questa minaccia, e sulla possibilità che l’uso di ordigni nucleari provocasse la fine del mondo. Sono molte le guerre nel mondo che possono degenerare in ogni momento, dunque parliamo di una paura sensata nella dinamica dei rischi che abbiamo di fronte nei tempi moderni. Ciò non significa, però, che la terza guerra mondiale sia davvero vicina.

Il gruppo di hacker Anonymous, che negli anni hanno dato vita ad alcuni degli attacchi cibernetici più clamorosi della storia, aveva pubblicato un video nel 2017, mettendo in guardia il mondo sull’arrivo imminente di una terza guerra mondiale. La miccia che l’avrebbe fatta saltare, in quel periodo, era la situazione nel Nord Corea, con Kim Jong-un che in quel periodo aveva tutte le intenzioni di mostrare la sua forza a livello internazionale. Il video di Anonymous è qui sotto.

In quel caso la terza guerra mondiale non scoppiò, come sappiamo. E ha senso immaginare che nemmeno l’invasione ucraina da parte della Russia le darà vita. Soprattutto visto che la comunità occidentale ha saggiato le conseguenze economiche delle tensioni già adesso, senza la partecipazione attiva in una vera e propria guerra, ed è consapevole di non volere davvero muoversi in quella direzione.

Ci sarà mai una terza guerra mondiale, dunque? E se sì, quando inizierà? Ovviamente non esiste una risposta certa. Ma una possibile teoria interessante è quella che nel 2014 è emersa nei discorsi di Papa Francesco, che parla del concetto di “terza guerra mondiale a pezzi“: il riferimento è al fatto che già ora, da anni, praticamente ogni angolo del mondo è in guerra, e che dunque la terza guerra mondiale è già in atto, solo in una modalità differente rispetto al passato. Distribuita nel tempo e nello spazio, senza la consapevolezza di un unico grande conflitto che coinvolge tutti, ma sotto forma di innumerevoli conflitti locali che non cambiano la sostanza delle cose.

Le predizioni del passato che potrebbero riferirsi a una terza guerra mondiale sono moltissime, ovviamente, a partire dai cavalieri dell’Apocalisse di Giovanni fino ai giorni nostri. Ed è sempre affascinante rileggerle e vederci un monito per i tempi che verranno. Ma col giusto equilibrio, senza sprofondare nella paura che la fine del mondo stavolta sia per forza vicina.