Il messaggio dei bambini in Ti Fa Stare Bene di Caparezza

Posted by

Nelle circonvoluzioni che Caparezza ha avuto da quando è apparso a scombussolare la scena musicale italiana, c’è sempre stata quella mezza tendenza rinnegata a fare canzoni dall’appeal radiofonico. Qualcosa che l’artista pugliese ha probabilmente sofferto in maniera negativa nella prima fase della sua carriera, soprattutto negli anni in cui ha fatto di tutto per liberarsi dall’immagine pop di Fuori Dal Tunnel con dischi complessi e concreti come Habemus Capa e Le Dimensioni Del Mio Caos. Ma non più: Prisoner 709, uscito quest’anno, è di nuovo un disco robusto e fatto di canzoni che restano, un ritorno al Caparezza migliore, nella maturità dei suoi quarant’anni passati. Senza paura. Per questo c’è una canzone come Ti Fa Stare Bene, che sarà anche “un po’ troppo da radio” ma “sti cazzi”, come dice lui stesso nel testo.

La cosa più bella legata al testo della canzone più pop di Prisoner 709, che emerge anche nel video ufficiale qui sopra, è che a portare il messaggio e cantarlo nel ritornello sono i bambini. Li si vede nel clip ufficiale, cantare il loro invito alla positività spensierata in un’ospizio della terza età, un modo per rappresentare l’universalità del messaggio. Perché, come Caparezza si è ritrovato a dover spiegare in diverse interviste, il testo di Ti Fa Stare Bene parla di quei tipici momenti di sconforto in cui gli adulti si ritrovano di tanto in tanto, e dell’inefficacia che l’empatia adulta ha verso quei momenti. Lo dice lui stesso in questa conferenza stampa: quando chiedi conforto a un amico, lui non può che darti consigli da adulto. “Stai su”, “non ci pensare”.

Un bambino invece, ti risponderebbe nel modo folle e oltre i normali schemi di pensiero che può davvero servire nei momenti di stress: disegnare con le mani, fare bolle di sapone, dedicarsi a quelle cose che erano la vera sostanza della spensieratezza tipica dell’infanzia. Un momento della nostra vita in cui fondamentalmente non potevamo che essere felici, caratterizzato da segreti che da adulti poi abbiamo dimenticato. Come lui stesso racconta su Sorrisi, Ti Fa Stare Bene è il brano più intimo che Caparezza abbia mai scritto, ma è anche uno di quelli dal messaggio più edificante. Soprattutto quando serve una soluzione pratica ed efficace ai momenti di stress e sconforto:

Con le mani sporche fai le macchie nere
Vola sulle scope come fan le streghe
Devi fare ciò che ti fa stare, devi fare ciò che ti fa stare bene

Soffia nelle bolle con le guance piene
E disegna smorfie sulle facce serie
Devi fare ciò che ti fa stare, devi fare ciò che ti fa stare bene

Prisoner 709 di Caparezza è su Amazon

One comment

Comment