Better Call Saul 6 stagione: cosa accadrà a Lalo Salamanca?

Posted by

La sesta stagione di Better Call Saul arriva al giro di boa: il settimo episodio ha chiudo la prima metà della stagione con un sorprendente colpo di scena, ed ora restano aperti gli interrogativi su cosa accadrà negli ultimi sei episodi, che verranno distribuiti da metà Luglio a metà Agosto. Saranno questi gli episodi che traghetteranno la storia di Better Call Saul alle porte delle vicende che conosciamo in Breaking Bad, dunque gli interrogativi sono tanti. Che fine farà Kim Wexler? Cosa succederà a Lalo Salamanca? In che modo nasce il Saul Goodman che vediamo in Breaking Bad?

In questo articolo approfondiremo la teoria più probabile riguardo a uno dei personaggi più affascinanti di Better Call Saul: Lalo Salamanca.

Lalo Salamanca è vivo in Breaking Bad?

Lalo Salamanca è un personaggio spietato, ma estremamente intelligente. Riesce sempre a capire i passi dei suoi nemici. Non ha scrupoli, ovviamente, ed è capace di uccidere chiunque incroci la sua strada, se ciò serve ai suoi scopi. Il modo in cui Lalo uccide Howard nell’episodio 7 della sesta stagione ne dà la prova: Howard è per lui un perfetto sconosciuto, non offre a lui nessuna minaccia, ma non esita a ucciderlo a sangue freddo allo scopo di terrorizzare Kim e Saul, predisponendoli nel mood ideale per la loro “chiacchierata.”

Sono diverse le teorie legate al futuro di Lalo Salamanca. Lalo non appare dentro Breaking Bad, dunque è necessario che la chiusura di Better Call Saul mostri un modo in cui la storia di Lalo cessi di essere rilevante per le vicende in questione.

Watch this video on YouTube.
Saul Goodman rapito da Jesse e Walt in Breaking Bad stagione 2

C’è un elemento importante dentro Breaking Bad, che i fan delle due serie hanno bene in mente: questa scena dalla seconda stagione di Breaking Bad in cui Jesse Pinkman e Walter White rapiscono Saul Goodman e lo minacciano coperti dai passamontagna. In quel frangente, Saul è terrorizzato all’idea che quei due siano stati mandati da Lalo Salamanca. “Non sono stato io, è stato Ignacio!”, urla, riferendosi a Nacho Vargas, quello che davvero tradirà Lalo in Better Call Saul. “Vi ha mandato Lalo?” E quando Walt e Jessie dicono “chi??” lui ringrazia il signore. Saul Goodman in Breaking Bad è ancora spaventato a morte da Lalo Salamanca, e la ragione è legata proprio al suo ritorno a sorpresa nell’episodio 7 della sesta stagione di Better Call Saul.

Secondo alcuni fan questo significherebbe che Lalo Salamanca sia ancora vivo in quel momento della timeline. Dunque si ipotizza che l’uscita di scena di Lalo prima di Breaking Bad assuma forme particolari: o Lalo finisce in prigione, oppure sparisce nel nulla, magari usando quel servizio di “sparizione” dell’uomo degli aspirapolveri. Entrambe le versioni però non si addicono a un personaggio del carattere di Lalo Salamanca, che non si arrende mai e che va sempre in fondo a ogni questione.

Il destino di Lalo Salamanca

La teoria più plausibile in realtà è che Lalo Salamanca muoia nell’ultima stagione di Better Call Saul. Ci sono una serie di indizi che portano a crederlo:

  • Se Lalo fosse vivo in Breaking Bad, non c’è modo che Gus Fring diventi il re della meth come in effetti avviene: Lalo sta dedicando la sua intera vita in Better Call Saul a smascherare Gus Fring agli occhi di Don Eladio, portandogli le prove che Gus sta costruendo un mega laboratorio di produzione di metanfetamina. Gus Fring diventerà in effetti il produttore principale di meth, e arriverà persino ad uccidere Don Eladio per non avere più ostacoli alla sua ascesa. Tutto ciò ha senso solo se Gus ha già chiuso con certezza il capitolo con Lalo, cosciente di non avere più quel nemico.
  • Nella stagione 4 di Breaking Bad, Gus dice chiaramente a Hector Salamanca che “i Salamanca sono tutti morti adesso”: Gus Fring può diventare il nuovo re della droga solo dopo la morte di tutti quelli che stanno contro di lui e su di lui. Gus glielo dice chiaramente in uno dei loro incontri. Il nome Salamanca muore con te. È la scena che trovate qui sotto.
Watch this video on YouTube.

Tuttavia, tra i nomi che Gus elenca all’inizio del video, manca in effetti Lalo (o Eduardo, il suo nome di battesimo), cosa che in effetti lascia il dubbio sulla sua effettiva morte. Da una parte Gus dice che non esiste più alcun Salamanca, dall’altra evita di fare il suo nome nella lista dei morti. La cosa può lasciare ancora aperta la possibilità che Lalo sia ancora vivo.

L’ipotesi della morte di Lalo resta però la più coerente all’interno della storia di Better Call Saul e Breaking Bad. I fan si sono spinti più in là, ricollegando un paio di scene chiave dall’ultima stagione di Better Call Saul: Gus Fring che nasconde una pistola nel tunnel dentro cui sta preparando la costruzione del laboratorio potrebbe anticipare il momento della resa dei conti tra lui e Lalo, e quella pistola potrebbe essere quella con cui Gus uccide Lalo. Se Lalo muore lì, e il suo corpo resta all’interno del buco sul quale prenderà vita il laboratorio, la vicenda assumerebbe dei contorni altamente simbolici, con Walt e Jesse che lavoreranno in quel laboratorio con l’ambizione di diventare dei signori della droga, mentre sotto i loro piedi giace il corpo senza vita di Lalo, simbolo di ciò che accade a quelli come loro.

Il terrore di Saul per Lalo

Se Lalo morisse nell’ultima stagione di Better Call Saul, come si spiega allora la paura che Saul ha di Lalo ancora in Breaking Bad (come abbiamo visto sopra)? Una spiegazione potrebbe essere proprio in quanto accaduto nell’episodio 7 di Better Call Saul 6: Lalo appare a casa di Saul e Kim, e Saul è certo (gliel’ha detto Mike) che Lalo è morto. Per lui è come vedere un fantasma, infatti esclama terrorizzato “ma come??” È possibile che Saul non supererà mai questo trauma, e anche quando, molto tempo dopo, viene rapito fuori dal suo ufficio, l’istinto gli dice che si tratti di Lalo. Un individuo che nella sua vita, per quanto gli dicano sia morto, resta sempre una minaccia presente.

Leggi anche: