Dance of the Clairvoyants: il significato del brano dei Pearl Jam

Posted by

Un pezzo che ha spiazzato tutti: le carte rimescolate, le sonorità diverse, il testo filosofico.  Nessuno si aspettava questo da una canzone dei Pearl Jam ma loro, dopo aver scritto il grunge negli anni ‘90 ed aver percorso i 2000 con il loro rock essenziale,  duro e puro, possono permettersi questo ed altro.

Ed ecco che ci consegnano una perla, un’incursione nell’elettronica che scontenta i fans puristi, ma che attrae col suo ritmo e con le sue liriche ipnotiche.

I musicisti si scambiano gli strumenti, ed Eddie Vedder con la sua voce graffiante ci fa riflettere sul nostro individualismo, sul relativismo che ormai fa parte di noi, e che ci allontana gli uni dagli altri.

Confusing it is to commotion
What love is to our devotion
Imperceptibly big
As big as the ocean
And equally hard to control
Confondere è per la confusione
Ciò che l’amore è per la nostra devozione
Impercettibilmente grande
Grande come l’oceano
Ed ugualmente difficile da controllare

Piccoli come siamo, di fronte all’immensità della natura, dell’universo, da noi incontrollabile, ci muove una forza altrettanto incontrollabile: l’amore.

So save your predictions
And burn your assumptions
Love is friction
Ripe for comfort
Endless equations
And tugging persuasions
Doors open up
To interpretation
Quindi tieniti le tue predizioni
E brucia le tue ipotesi
L’amore è attrito
Pronto per la comodità
Equazioni infinite
E persuasioni attraenti
Porte si aprono
All’interpretazione

Quello che conosciamo, o che pensiamo di conoscere, si perde: l’amore sbaraglia le nostre convinzioni e ci porta a pensieri ed azioni mai immaginati prima.

Expecting perfection
Leaves a lot to ignore
When the past is the present
And the future’s no more
When every tomorrow
Is the same as before
Aspettarsi la perfezione
Lascia molto da ignorare
Quando il passato è il presente
E il futuro non c’è più
Quando ogni domani
È lo stesso di prima

Ci aspettiamo la perfezione, anche nei rapporti interpersonali, non vogliamo mai scendere a compromessi, concentrati come siamo su noi stessi, sul qui e ora. Ma questo non ci fa perdere qualcosa?  Cedere a qualcosa di diverso da come lo abbiamo immaginato, davvero sarebbe male? Magari potrebbe offrirci uno scenario futuro diverso dal nostro presente, che è il nostro unico termine di paragone.

The looser things get
The tighter you become
The looser things get
Tighter
Not one man can be greater than the sun
It’s not a negative thought
But positive, positive, positive
Falling down, not staying down
Coulda held me up, rather tear me down
Drown in the river
Più le cose si fanno sciolte
Più ti irrigidisci
Più le cose si fanno sciolte
Strette
Nessun uomo può essere più grande del sole
Non è un pensiero negativo
Ma positivo, positivo, positivo
Cadendo giù, non restando giù
Avresti potuto trattenermi, piuttosto che spezzarmi
Annegare nel fiume

Siamo piccoli nell’universo, dobbiamo prenderne atto, serenamente: non possiamo influenzare lo scorrere della vita, non possiamo essere più grandi del sole. Ma questo, secondo Eddie, non è un pensiero negativo: forse lasciandoci andare di più soffriremmo di meno. Essere più accondiscendenti verso gli altri potrebbe aiutarci a vivere meglio.

Numbers keep falling off the calendar’s floor
We’re stuck in our boxes
When it’s open no more
Could’ve lifted up they’re forgetting us
Not recalling what they’re for
I’m in love with clairvoyants
‘Cause they’re out of this world
I numeri continuano a cadere dal pavimento del calendario
Siamo chiusi nelle nostre scatole
Quando non è più aperto
Avrebbero potuto alzarci, si stanno dimenticando di noi
Non ricordando a cosa servono
Amo i chiaroveggenti
Perché sono fuori da questo mondo

Il tempo ci scorre intorno senza che ce ne accorgiamo, chiusi nelle nostre scatole. I clairvoyants, i chiaroveggenti, creature sul confine tra realtà e paranormale, che vivono vedendo il futuro: loro sono fuori da questo mondo egocentrico, proiettati nella loro dimensione onirica. Ma chi sono questi chiaroveggenti?  Ecco la risposta:

I know the girls wanna dance
Fall away their circumstance
I know the boys wanna grow
Their dicks, and fix and file things
I know the girls wanna dance
Clairvoyants in a trance
I know the boys wanna grow 
Their dicks and fix and file things
Io so che le ragazze vogliono ballare
Lasciar cadere le loro situazioni
So che i ragazzi voglio far crescere
I loro cazzi, ed aggiustare ed archiviare le cose
Io so che le ragazze vogliono ballare
Chiaroveggenti nella loro trance
So che i ragazzi voglio far crescere
I loro cazzi, ed aggiustare ed archiviare le cose

Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere: le ragazze desiderano essere leggere, ballare e dimenticare I problemi: chiaroveggenti in trance, si lasciano trasportare e sono la porta verso il futuro. I ragazzi sono concentrati sul solito chiodo fisso, e sulle loro abitudini. Come metterli in contatto?

Stand back when the spirit comesStai indietro quando lo spirito arriva

Arrendendosi, non fronteggiando lo spirito che ci vuole travolgere: aprendosi al futuro, allo scorrere della vita, all’amore che dirige tutto questo.

Stand back when the spirit comes
Stand back when the spirit comes

Questo pezzo criticatissimo per le sue sonorità (insolite per I Pearl Jam, ma assolutamente moderne), è un invito a vivere facendosi forse meno domande, ponendosi meno limiti e preconcetti, abbandonandosi di più al flusso della vita che, comunque, è destinata a travolgerci e portarci nel nostro futuro.

Rating: 4.4/5. From 12 votes.
Please wait...

One comment

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.