La strana teoria dietro l’origine del nome di Shrek

Posted by

Spesso quando si guardano dei film, si passa il tempo a seguire la storia senza chiedersi niente di ciò che ci sta dietro. Ci sono lungometraggi che, sicuramente, hanno una storia più importante, in confronto ad altri.

Ma ogni film, si sa, nasconde delle storie. E qui si vuole cominciare a dare spazio a qualche teoria “complottista” sui lungometraggi che ci hanno accompagnato nella nostra vita, lasciando la possibilità di strapparvi una risata o di farvi riflettere su qualcosa che non avevate mai preso in considerazione. Oppure ancora, farvi ascoltare l’ennesima storia che, forse, migliorerà la vostra giornata.

La teoria di oggi è che nella serie di film Shrek della Dreamworks, il nome di Shrek sia completamente inventato. Direte voi, dagli sceneggiatori: certo. Ma qui si intende anche all’interno della storia stessa. Anche perché che razza di nome è Shrek? E soprattutto da quando gli orchi hanno dei nomi?

L’unica notizia che abbiamo sull’infanzia del protagonista è tragica. Shrek stesso racconta nel film che suo padre ha cercato di mangiarlo. Questo prova il fatto che gli orchi non siano fatti per comunicare: è possibile quindi che i suoi genitori gli abbiano dato un nome?

A sei anni, come da tradizione orchesca, viene abbandonato a se stesso. Il nostro primo incontro avviene molti anni più tardi, quando Shrek si è ormai stabilito nella palude, dopo aver piazzato numerosi cartelli che indicano di stare alla larga “dall’orco”.

Ed ecco il primo indizio. La palude appartiene all’orco, non a Shrek, il nostro protagonista si autoreferenzia più volte parlando di se stesso come “Un orco”, senza palesare il nome.

Poco più tardi, il primo vero dialogo che ha l’orco è con Ciuchino, e alla domanda “come ti chiami?” ecco che arriva un attimo di titubanza, prima di sbiascicare: “Eeeh… Shrek”. La scena si ripete allo stesso modo con Fiona.

Anche tutti gli altri personaggi sembrano sapere che lui esista e sicuramente sanno dove si trova la palude, visto che tutte le creature delle fiabe si nascondono lì, eppure nessuno lo chiama mai per nome.

Lord Farquaad stesso, che ha emesso un mandato di cattura e che poi lo assume per salvare Fiona, si riferisce a lui soltanto come “orco” o come “bestia”.

Ricordiamoci, inoltre, che siamo appunto nel mondo delle fiabe e pochissimi hanno un nome: c’è sempre il lupo cattivo, la strega maligna, il gigante, l’orco, ma nella maggior parte delle volte tutti questi restano anonimi.

Ma da dove deriva la parola “Shrek”? Proviene dal tedesco “schreck”, che significa “terrore”. Ecco che quindi, essendo i fratelli Grimm tedeschi, “terrore” per un orco risulta terribilmente banale, come se fosse stata la prima cosa che gli fosse passata per la mente.

Verità? Fandonia? Certamente soltanto l’orco può dirlo. Ma se nessuno l’ha mai chiamato o cercato, come fa il protagonista ad avere un nome?

Questo articolo è stato ideato e scritto con l’aiuto di ciusco_d

Rating: 4.3/5. From 7 votes.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.