Quando il Coro dell’Armata Rossa cantava Skyfall di Adele

Fa sempre male quando muore qualcuno che artisticamente ti ha dato qualcosa, anche se si tratta di persone che non conosci e di cui magari nella sfera personale non sai assolutamente nulla. Perché i legami si fondano soprattutto su ciò che si riceve, su quanta sicurezza ti dà il semplice fatto che qualcuno esista. Anche solo per offrire al mondo intero (te incluso) il piacere di un sorriso sincero, sotto forma di performance artistica.

Il Coro dell’Armata Rossa che volava nell’aereo precipitato l’anno scorso nel Mar Nero ha dato qualcosa a molti di noi. Nonostante le distanze culturali, intenzionali e geografiche, negli ultimi anni son stati diversi i momenti in cui le loro reinterpretazioni di canti popolari occidentali hanno acquisito una certa visibilità tra i canali web. Probabilmente noi ce li ricordiamo soprattutto per la loro presenza a Sanremo 2013, quando accompagnarono Toto Cutugno ne L’Italiano (e lo stesso Cutugno ha dichiarato che era stato invitato in quell’aereo dalla direzione del coro), ma loro erano diventati virali soprattutto per la cover di Get Lucky dei Daft Punk e di Happy di Pharrell Williams. E poi per Skyfall:

Se rivisto oggi, il video qui sopra fa un certo effetto. Primo, perché ti fa vedere la passione e il talento del coro, capace di mischiare il proprio background con qualcosa di completamente differente come la musica popolare britannica. E poi, per il testo della canzone, che oggi sembra quasi assumere i contorni di un presagio. Provate a rivedere il video, mentre leggete qui sotto le parole della hit di Adele. Emozionarsi non rappresenta una debolezza.

Questa è la fine
Trattieni il respiro e conta fino a dieci
Senti la terra che si muove e poi
Ascolta il mio cuore scoppiare di nuovo

Per questo è la fine
Sono annegata e sognavo questo momento
Pago il mio debito in ritardo
Spazzata via, mi hanno rubata

Lascia che il cielo cada
Quando si sbriciolerà
Noi saremo in piedi
E lo affronteremo tutti insieme

Per una storia più estesa sul Coro dell’Armata Rossa, vi rimandiamo a questo articolo del Post.

Leave a Comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...