L’alt-rock ispirato dei Fake People: musica che racconta una storia

Ormai da circa un decennio il formato “serie TV”, derivato dalla longeva tradizione letteraria del racconto a episodi, sta indubbiamente riscuotendo un ampio successo commerciale. Anche numerosi registi cinematografici come Sorrentino, David Lynch, Martin Scorsese ed altri celebri nomi si sono dedicati a questo stile artistico. Ma questo formato è rintracciabile anche all’interno del mondo dell’arte musicale?

I Fake People, band di origini teramane, rispondono a questo quesito con la creazione del progetto Oneiros Effect: una narrazione musicale a episodi della storia di Harry, un paesano desideroso di sperimentare le opportunità offerte dalla vita cittadina. Se Into the Wild narra il viaggio (reale) di Chris McCandless verso le terre selvagge dell’Alaska alla ricerca di un Io smarrito nella vita quotidiana, Harry compie il viaggio nella direzione opposta. Egli, affascinato dalla elettrizzante giungla metropolitana, sceglie di parteciparvi e  le esperienze lo condurranno alla scoperta dei lati più intimi e celati della propria personalità.

Proprio come una serie TV, ogni venerdì, nelle piattaforme streaming della band, uscirà un episodio video-musicale di tali vicende. Infatti ogni puntata avrà un video o una grafica volto a contestualizzare il tema trattato nel brano.

L’intera serie consta di 11 tracce/episodi ed ha già due capitoli all’attivo: Welcome to Somewhere e Give Me A Chance.

Harry inizia dunque il viaggio verso la città a bordo di un treno, accompagnato da un brano che ripercorre lo stile musicale dei Sonic Youth, Joy Division, filtrato dalle sonorità più morbide dei Mogwai. Qui il protagonista è posto in una dimensione intermedia tra le esperienze trascorse e quelle future.

Nel secondo capitolo Harry finalmente approda in città e chiede immediatamente una chance. Vuole farne parte e si augura che il frastuono metropolitano non lo calpesti senza aver compiuto il primo passo nel nuovo mondo. Questa è dunque una speranza, un desiderio, una preghiera. Una preghiera veemente rivolta alla città, a volte sensuale e  poetica, a volte vorace e crudele, capace di fagocitare i suoi figli. 

Il connubio tra testo e musica proiettano l’ascoltatore all’interno delle esperienza vissuta dal protagonista della storia permettendo di percepire il suo stato d’animo.  Il marcato riff di basso denota un deciso cambio di atmosfera rispetto al tono quieto e lievemente malinconico di Welcome to Somewhere. Si entra nella megalopoli ed un megafono in sottofondo sembra avvertirlo. Il video, stilisticamente prossimo alle tecniche utilizzate nel film Enter The Void, quasi a simulare una esperienza psichedelica, ha un potente impatto sensoriale volto a riprodurre la fascinazione di Harry – in questo caso rappresentato dall’innocenza primigenia di un cervo – per il panorama cittadino.  Immediatamente si aggiunge un riff di chitarra tipicamente hard rock e la linea vocale. Nella seconda strofa esordisce il groove e nel complesso diviene un brano che guarda alla tradizione più hardcore dell’alternative rock italiano, prendendo di riferimento band come Litfiba, Verdena, Marlene Kuntz, senza mai abbandonare lo stile timbrico dei Sonic Youth e dei Joy Division.

In un secondo momento Harry entra in uno stato di accidia successivo all’intensa sollecitazione nervosa dovuta alle prime esperienze con il contesto urbano. Venerdì 6 novembre sarà il giorno in cui potremo conoscere questo brano-episodio intitolato Melancholia, titolo che rimanda ad una sterminata tradizione artistico-letteraria. E così via, questa avventura intitolata Oneiros Effect ci accompagnerà sino a venerdì primo gennaio.

Non resta che iscriversi al canale Youtube dei Fake People e immergersi nella storia di Harry. Una storia in cui affronterà le proprie frustrazioni e raggiungerà un nuovo livello di consapevolezza

Fake People
su
SpotifyFacebookInstagramSito ufficiale

I singoli dei Fake People escono ogni venerdì su Spotify e Youtube

Testo: Alessandro Luzi

Gli articoli sponsorizzati di Auralcrave sono un mezzo moderno e efficace per promuovere i lavori, gli eventi, le uscite più interessanti per il pubblico di oggi. Per richieste, partnership, informazioni o per sottoporre una nuova proposta, contattaci su info@auralcrave.com.

No votes yet.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.