La migliore fantascienza del 2018 sarà su Netflix?

Posted by

Ogni appassionato di fantascienza in possesso di un account Netflix ha di che gioire: nei prossimi mesi infatti la nota piattaforma di streaming sarà aggiornata coi più interessanti titoli del momento in ambito sci-fi.

Si parte già alla fine del 2017, il 29 dicembre, con l’uscita della quarta stagione di Black Mirror, la popolare serie antologica ideata da Charlie Brooker, incentrata su inquietanti storie di futuri distopici: questa stagione sarà composta da sei episodi che vedranno tra gli altri due registi di eccezione, come Jodie Foster e David Slade. Per ogni episodio della stagione sono stati diffusi trailer, poster e informazioni. Trovate tutto qui.

I titoli sono i seguenti:

  • Crocodile, di John Hillcoat: un misterioso macchinario è in grado di ricostruire i ricordi più traumatici delle persone, depurandoli dalla componente emotiva
  •  Arkangel, di Jodie Foster: una madre ossessionata dalla paura di perdere la figlia la sottopone ad un particolare esperimento
  • Hang the DJ, di Tim Van Patten: una sorta di Tinder 3.0 chiamato Il Sistema crea e stabilsce la durata ideale di ogni relazione sentimentale
  • USS Callister, di Toby Haynes: l’equipaggio di una nave della flotta stellare accoglie a bordo nuovi membri e si lancia in improbabili missioni sulla falsariga di Star Trek
  • Black Museum, di Colm McCarthy: un museo degli orrori ospita i più spaventosi  cimeli criminali di tutti i tempi
  • Metalhead, di David Slade: una donna è inseguita da uno spaventoso cane robot

Dal 2 febbraio sarà invece disponibile Altered Carbon, la serie più costosa prodotta da Netflix fino ad ora, di genere cyberpunk. Ambientata nel 2384, la serie è tratta dal romanzo Bay City, scritto nel 2002 da Richard Morgan e vincitore l’anno successivo del premio Philip K. Dick.

In un mondo in cui la coscienza umana può essere salvata all’interno di una pila corticale e quindi digitalizzata ed eventualmente scaricata all’interno di nuovi corpi detti custodie, un ex militare di nome Takeshi Kovacs è assunto per indagare sul presunto omicidio di Lawrence Bancroft, uno degli uomini più ricchi e anziani della popolazione interplanetaria, la cui pila corticale è stata distrutta poco prima del delitto impedendo il salvataggio delle ultime ore di memoria e quindi una rapida risoluzione del caso.

Sviluppata dalla produttrice di Avatar e sceneggiatrice di Shutter Island Leta Kalogridis, che dai tempi dell’uscita del romanzo provava a trarne un film, Altered Carbon ha tutte le carte in regola per diventare una delle serie più amate del 2018, e forse un nuovo classico della fantascienza contemporanea: il design futuristico di Bay City (San Francisco nel futuro, luogo d’azione della storia) non teme il confronto con quello della Los Angeles di Blade Runner 2049, mentre l’enorme ricchezza di temi trattati dal romanzo originale (primo di una trilogia, prepariamoci dunque ad altre stagioni) sembra assicurare un’alta qualità narrativa per tutti e dieci gli episodi.

Protagonista della serie sarà Joel Kinnaman, visto di recente nelle ultime due stagioni di House of Cards nel ruolo dello sfidante repubblicano di Frank Underwood alla Casa Bianca, qui nei panni di un antieroe imprigionato in un corpo diverso dal proprio: tra echi di Ghost in the Shell, viaggi interplanetari e una trama dal forte carattere hard boiled il divertimento sembra essere assicurato.

Potrebbe invece essere una vera e propria rivoluzione nel campo della distribuzione cinematografica l’affare che Netflix sta concludendo in queste settimane con la Paramount Pictures, riguardante il nuovo film del regista Alex Garland (Ex Machina) dal titolo Annientamento (Annihilation), tratto dal primo romanzo della trilogia dell’Area X firmata da Jeff VanderMeer: il colosso dello streaming è infatti ad un passo dalla chiusura di un accordo storico con la nota casa di produzione, che gli permetterebbe di distribuire il film in streaming in tutto il mondo a soli 17 giorni dalla sua uscita cinematografica negli Usa. L’operazione sta già suscitando non poche polemiche tra i sostenitori dei metodi tradizionali per la fruizione cinematografica, secondo i quali questo sarebbe il preludio della morte del cinema in sala: quello che è certo per il momento è che Netflix e soci sono destinati col tempo a riempire gli spazi non solo di ciò che un tempo era il cinema di cassetta (cosa che succede già, basti pensare a titoli minori come Arq, Spectral e iBoy) ma anche quelli del cinema di intrattenimento di qualità a medio budget, come nel caso di questo film.

Con un cast molto interessante che comprende Natalie Portman nei panni della protagonista, una biologa alla ricerca del marito scomparso interpretato da Oscar Isaacs, che si unisce ad un team di scienziati tra i quali Jennifer Jason Leigh e Tessa Thompson in una missione esplorativa altamente pericolosa nella speranza di ritrovarlo, il film di Garland è già tra i titoli più attesi della prossima stagione, sia per merito del successo riscosso dal romanzo originale che per l’enorme riconoscimento critico ricevuto dal precedente film di Garland Ex Machina, sicuramente uno dei migliori sci-fi degli ultimi anni.

duncan_jones_mute

Non ha ancora una data d’uscita fissata ma si sa già che sarà uno dei titoli più discussi dei prossimi mesi: Mute di Duncan Jones, del quale abbiamo già parlato. La vicenda produttiva di questo titolo è leggermente diversa rispetto a quella di Annientamento, in quanto si tratta di un film che Netflix aveva già acquistato prima che partissero le riprese: è un progetto covato a lungo da Jones, che ha provato a realizzarlo più volte nel corso negli anni (doveva essere il suo primo film, prima ancora di Moon) vedendolo rifiutato da più studi cinematografici, spaventati dalla sua atipicità.

Ambientato a Berlino nel 2052, Mute è un gangster movie futuristico nel quale un uomo muto dal passato burrascoso dovrà affrontare alcuni dei più pericolosi criminali della città per ritrovare la sua ragazza scomparsa. Il regista del film ha assicurato che il pubblico sarà diviso in due fazioni dopo la sua uscita, e che sarà un prodotto decisamente insolito e non per tutti i gusti.

Non ci resta quindi che attendere con ansia l’arrivo del 2018 per poter giudicare coi nostri occhi.

No votes yet.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.