La collaborazione tra i Radiohead e Hans Zimmer: (Ocean) Bloom, il making of

Posted by

La notizia è di quelle bollenti, quelle capaci di mettere più o meno d’accordo tutti: I Radiohead hanno reinterpretato il brano Bloom assieme al compositore tedesco Hans Zimmer per la serie di documentari prodotti dalla BBC Blue Planet II. La canzone si chiama (Ocean) Bloom ed è ispirata ai suoni marini. Si tratta di una nuova versione decisamente diversa dall’originale contenuta nell’album King of Limbs, in cui Thom Yorke ha apportato alcune variazioni sul testo, inoltre, questa nuova versione, vede la partecipazione della BBC Concert Orchestra.

In un comunicato stampa Yorke ha dichiarato: “Bloom fu ispirata dalla prima serie Blue Planet, quindi è bello poter chiudere il cerchio e ritrovare questa canzone come punto di riferimento per il sequel”.

Thom Yorke sarà anche ospite del programma per discutere del progetto e del suo legame con la serie di documentari. Infatti, in una recente intervista radiofonica con BBC 6 Thom Yorke ha dichiarato che la fortunata serie è responsabile di averlo ispirato a prestare più attenzione alle tematiche ambientali. “Un giorno ero steso sul divano e cercavo di addormentarmi, dopo aver fatto tardi con mio figlio – erano le 7 di mattina, lui era ancora piccolo – e quella serie mi è entrata nel subconscio”.

Proprio in questi giorni è stato pubblicato dal magazine VOX il video che mostra il dietro le quinte del progetto in cui Thom Yorke e Jonny Greenwood discutono della metodologia di lavoro che hanno usato assieme ad Hans Zimmer. Una tecnica che, a parer loro, sembra richiamare quella pittorica del puntilinismo: “Penso che l’idea di base non fosse partire dal tono, ma dall’immaginare una nuova tecnica. Abbiamo iniziato a fare questi piccoli gesti all’orchestra – spiega Zimmer – piccoli frammenti di suono, a volte leggeri a volte simili a onde. Un nuovo metodo con cui presentare le note”.

Il video prodotto da Vox spiega (in inglese) le idee dietro a questa nuova versione e all’intera colonna sonora del documentario: l’utilizzo di pattern sonori come gocce, elementi inscindibili messi insieme per comporre una sinfonia completa, con l’utilizzo di tecniche come la musica aleatoria e la riproduzione casuale di note vicine. Un modo di rendere la composizione più dinamica e affascinante. E a quanto pare questo è stato un elemento originario della musica di Hans Zimmer, che i Radiohead avevano già identificato e avallato senza parlarne esplicitamente: è stata durante l’intervista che Thom Yorke ha confermato di aver percepito lo stesso paragone con le tecniche pittoriche di cui stava parlando Hans Zimmer.

(Ocean) Bloom rappresenta l’incontro tra due delle realtà artistiche maggiormente apprezzate dei tempi odierni. E fa piacere sapere che l’incontro sia stato tanto soddisfacente per entrambi, come aver trovato l’anima gemella artistica. Per il godimento tutto nostro.

Annunci

Comment