Billie Eilish, The 30th: dentro al significato del testo

Posted by

Il 21 luglio Billie Eilish ha pubblicato Guitar Songs, due tracce acustiche che hanno colto di sorpresa tutti i fan. Una di quelle canzoni è TV, traccia già interpretata live qualche settimana fa, che abbiamo già analizzato qui. L’altra canzone è The 30th e mostra un altro lato emotivo della cantante americana. I testi parlano di un evento personale che ha segnato Billie Eilish e i fan vogliono saperne di più sul significato della canzone. Questo articolo fornirà un’interpretazione della canzone e del suo testo, più la relativa traduzione.

Di seguito potete trovare lo streaming ufficiale del brano.

Watch this video on YouTube.

The 30th: il significato del testo

The 30th parla di un incidente d’auto che ha avuto una persona cara a Billie Eilish. Nella canzone, lei parla con quella persona, ricordando che lui/lei l’ha chiamata prima dell’incidente. Ricorda l’ambulanza, l’ospedale e la loro conversazione.

I know you don’t remember calling me
But I told you even then, “You looked so pretty”
In a hospital bed, I remember you said
“You were scared, and so was I”

So che non ricordi di avermi chiamato
Ma te l’ho detto anche allora: “Eri così carino/a”
In un letto d’ospedale, ricordo che hai detto
“Tu eri spaventata, e anche io”

Billie ha assistito questa persona in ospedale e ha condiviso la sua stessa paura. Nella canzone, la cantante riflette su tutti i modi possibili in cui le cose sarebbero potute andare molto peggio:

What if it happened to you on a different day?
On a bridge where there wasn’t a rail in the way?
Or a neighborhood street where the little kids play?
Or the Angeles Crest in the snow or the rain?
What if you weren’t alone? There were kids in the car
What if you were remote? No one knows where you are
If you changed anything, would you not have survived?
You’re alive, you’re alive, you’re alive

E se ti fosse successo in un altro giorno?
Su un ponte dove non c’era una ringhiera?
O una strada di quartiere dove giocano i bambini?
O l’Angeles Crest sotto la neve o la pioggia?
E se non fossi stato solo/a? Se ci fossero stati dei bambini in macchina
E se fossi stato/a distante? Senza che nessuno sapesse dove eri
Se avessi cambiato qualcosa, non saresti sopravvissuto?
Sei vivo/a, sei viva/a, sei vivo/a

Le ultime parole sono pronunciate con voce sommessa, quasi come una preghiera. Billie Eilish è grata che la persona sia ancora viva perché le cose sarebbero potute andare diversamente.

Qual è l’evento che ha ispirato la canzone?

Billie Eilish non ha ancora rivelato chi ha avuto l’incidente d’auto, ma in un’intervista con Zane Lowe, ha dichiarato:

Qualcosa è successo il 30 novembre ed è stata la cosa più indescrivibile a cui abbia mai assistito. Stavo scrivendo tutti i pensieri che stavo avendo ed ero con Finneas e ho detto “Scusa, non so cosa avevi intenzione di fare, ma dobbiamo scrivere questa canzone su questo, proprio ora” e l’abbiamo fatto.

The 30th, il 30, è dunque il giorno in cui è avvenuto l’incidente. Finneas è il fratello di Billie Eilish e i due hanno scritto la canzone insieme.

Se Billie sarà disposta a rivelare maggiori informazioni sull’evento in futuro, troverete tutti gli aggiornamenti in questo articolo.

Leggi altri significati di canzoni popolari su Auralcrave

Il testo completo e la traduzione

Sometimes you look the same
Just like you did before the accident
When you’re staring into space
It’s hard to believe you don’t remember it
Woke up in the ambulance
You pieced it all together on the drive

A volte hai lo stesso aspetto
Proprio come eri prima dell’incidente
Quando guardi nel vuoto
È difficile credere che tu non lo ricordi
Ti sei svegliato/a in ambulanza
Ti sei rimesso/a insieme durante il tragitto

I know you don’t remember calling me
But I told you even then, “You looked so pretty”
In a hospital bed, I remember you said
“You were scared, and so was I”

So che non ricordi di avermi chiamato
Ma te l’ho detto anche allora: “Eri così carino/a”
In un letto d’ospedale, ricordo che hai detto
“Tu eri spaventata, e anche io”

In a standstill on the five
Thought it was unusual, the early traffic
Usually, I don’t panic
I just wanted to be on time
When I saw the ambulances on the shoulder
I didn’t even think of pulling over
I pieced it all together late that night

In un momento sospeso, intorno alle 5
Pensavo fosse insolito, il traffico così presto
Di solito non mi faccio prendere dal panico
Volevo solo essere puntuale
Quando ho visto le ambulanze dietro le spalle
Non ho nemmeno pensato di accostare
Ho messo insieme tutti i pezzi a tarda notte

And I know you don’t remember calling me
But I told you even then, “You looked so pretty”
In a hospital bed, I remember you said
“You were scared, and so was I”

So che non ricordi di avermi chiamato
Ma te l’ho detto anche allora: “Eri così carino/a”
In un letto d’ospedale, ricordo che hai detto
“Tu eri spaventata, e anche io”

What if it happened to you on a different day?
On a bridge where there wasn’t a rail in the way?
Or a neighborhood street where the little kids play?
Or the Angeles Crest in the snow or the rain?
What if you weren’t alone? There were kids in the car
What if you were remote? No one knows where you are
If you changed anything, would you not have survived?
You’re alive, you’re alive, you’re alive

E se ti fosse successo in un altro giorno?
Su un ponte dove non c’era una ringhiera?
O una strada di quartiere dove giocano i bambini?
O l’Angeles Crest sotto la neve o la pioggia?
E se non fossi stato solo/a? Se ci fossero stati dei bambini in macchina
E se fossi stato/a distante? Senza che nessuno sapesse dove eri
Se avessi cambiato qualcosa, non saresti sopravvissuto?
Sei vivo/a, sei viva/a, sei vivo/a

And I know you don’t remember calling me
But I told you even then, “You looked so pretty”
In your hospital bed, I remember you said
“You were scared
And so am I”

So che non ricordi di avermi chiamato
Ma te l’ho detto anche allora: “Eri così carino/a”
In un letto d’ospedale, ricordo che hai detto
“Tu eri spaventata, e lo sono anche io”