Qual è il miglior album di Kanye West?

Posted by

Dieci anni fa Kanye West pubblicò My Beautiful Dark Twisted Fantasy, uno dei capolavori della musica hip hop. L’album, nato in un momento molto particolare per il rapper, quando la sua reputazione era proprio ai minimi storici, raggiunse subito la vetta della Billboard 200 e vendette 496.000 copie negli Stati Uniti in soli 7 giorni.

Ad analizzare il successo dell’album ci ha pensato il casinò online di Betway, che ha dato vita a una dettagliata ricerca per comprendere questo fenomeno. Si tratta infatti di un album che è riuscito a convincere anche i detrattori di Kanye West, che lo rivalutarono almeno come artista.

Il rendimento di My Beautiful Dark Twisted Fantasy

Guardando il rendimento i dati sono sbalorditivi: MBDTF ha superato ampiamente quota 1,7 miliardi come ascolti su Spotify; ha vinto 3 Grammy Awards ed è rimasto per ben 119 settimane nella classifica Billboard 200. Dalla critica ha ricevuto numerosi apprezzamenti, ottenendo ben 7 punti in più rispetto all’album d’esordio di West  The College Dropout.

L’album nacque dopo un fatto che ha reso Kanye West malvisto agli occhi di molti americani. Durante l’esibizione di Taylor Swift ai VMA il rapper corse sul palco e disse: “Taylor, ti lascio finire, ma Beyoncé ha realizzato uno dei video migliori di sempre!”. In seguito a questa incursione venne cancellato il tour che aveva in programma con Lady Gaga e il rapper ricevette numerose critiche. West decise di starsene in una sorta di “esilio” alle Hawaii per poi ricomparire sulle scene con My Beautiful Dark Twisted Fantasy, un tentativo di riconciliazione col pubblico.

Come detto l’album, composto da 13 tracce, fu un vero e proprio successo ed ottenne anche il doppio disco di platino. A tessere le lodi di Kanye West non fu solamente la critica, ma anche molti artisti: Paul McCartney disse: “È stato l’album di Kanye che ho veramente invidiato”, mentre Elton John definì l’opera geniale.

I motivi del successo

Il casinò online si è interrogato sui motivi di questo straordinario successo. In primis la minuziosa pianificazione e le molte ore di studio che West ha dedicato alla realizzazione dell’album. Kanye West stesso ha svelato che Power richiese ben 5000 ore di lavoro e di essersi impegnato altrettanto anche per le altre tracce.

Il rapper si avvalse della collaborazione di 11 artisti, come Jay-Z e John Legend, Nicki Minaj, di altri 18 artisti, tra cui Rihanna, Charlie Wilson, Elly Jackson of La Roux, Alicia Keys, Drake ed Elton John, che contribuirono adAll of the Lights, senza però essere accreditati all’interno dell’album e altri 20 musicisti. Gli artisti hanno raccontato alcuni aneddoti relativi al processo di produzione. Nelle sessioni di registrazione da 14 ore ad esempio West chiese a tutti di indossare completi neri e affisse cartelli in cui chiedeva di non utilizzare i social, di non fare foto e di concentrarsi unicamente sul progetto.

MBDTF ottenne come detto il favore della critica, fatto che indubbiamente facilitò la strada a morti artisti come Kendrick Lamar, Drake e Tyler, The Creator. Anche alcuni artisti che avevano collaborato con lui, dopo l’uscita dell’album, si imposero sulla scena musicale. Tra questi Nicki Minaj che debuttò proprio nella stessa data di MBDTF  con l’album Pink Friday,  che si posizionò dopo sole 11 settimane dall’uscita in cima alla Billboard 200.

L’album ha permesso a Kanye di migliorare le proprie capacità artistiche, dalla produzione musicale alle collaborazioni con altre artisti. Il successo infatti deriva dalla straordinarietà dell’album, un capolavoro dal primo all’ultimo pezzo in grado di convincere anche i più critici a mettere da parte polemiche e preconcetti per ammirare l’opera di un’artista.

Ancora oggi  MBDTF è il miglior album mai realizzato dal rapper americano. Ha ottenuto il punteggio di 94 su 100 dal portale Metacritic, il quarto migliore album rap di tutti i tempi, dietro a To Pimp a Butterfly di Kendrick Lamar, Stankonia degli Outkast e Damn di Kendrick Lamar.

E i costi?

I costi di produzione sono stati all’incirca 2,5 milioni di euro. Come sono stati spesi questi soldi? Con lui hanno lavorato  52 scrittori, 19 tecnici di produzione, 11 produttori, 20 musicisti, 11 artisti partecipanti e 18 vocalist aggiuntivi.

No votes yet.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.