Halloween: andiamo alla scoperta degli eventi più paurosi nel mondo

Posted by

Il 31 ottobre è alle porte e la festa di Halloween si avvicina. Se siete degli amanti delle leggende e dei miti intrisi di paura, allora l’articolo pubblicato su L’insider potrebbe davvero interessarvi, visto che ci sono degli eventi estremamente spaventosi che vengono festeggiati con cadenza annuale un po’ in ogni parte del mondo.

Il casinò online di Betway, infatti, ha realizzato un’approfondita guida in cui si parla di tutti quegli eventi tremendamente paurosi e, a volte, anche altamente spettacolari e bizzarri, che vengono organizzati sul pianeta anche in altri periodi dell’anno e non solo alla fine del mese di ottobre.

Dal Festival dei Nove Dei in Tailandia alla Danza della Morte in Spagna

Detto anche Festival Vegetariano, questa festa che viene organizzata in Tailandia non ha nulla a che fare con il mondo culinario, quanto piuttosto con una vera e propria estremizzazione del concetto di veganesimo. Sì, perché chi prende parte a questo rito è costretto a compiere delle vere e proprie mutilazioni come rituale. Una volta terminata tale fase, dimostrando di aver ottenuto la protezione degli spiriti, autoconvincendosi di non provare dolore nonostante i vari flagelli perpetrati sul proprio corpo, ecco che si può anche comprare o assaggiare cibo vegano e vegetariano. Una festa, insomma, vietata ai deboli di stomaco.

Se il Festival dei Nove Dei di solito viene organizzato nei mesi di settembre oppure ottobre, la Danza della Morte in Spagna coincide con tutt’altro periodo. Il riferimento, infatti, è alle festività pasquali e, nel caso in cui vi troviate durante tale periodo in vacanza a Verges, allora potreste anche decidere di ammirare la Danza della Morte che viene svolta il Giovedì Santo con cadenza annuale.

Un tamburo scandisce il ballo di cinque persone che indossano dei costumi da scheletri, nella maggior parte dei casi sono due uomini e tre bambini. Sembra che tale danza voglia essere un’interpretazione del tempo limitato di cui si può godere sulla Terra, esattamente come è stato limitato il tempo vissuto sul pianeta da Cristo, la cui esistenza è poi terminata con la crocifissione. Piccolo particolare che sicuramente vi metterà un po’ più di paura: una delle cinque persone che si muovono danzando intorno a tale tamburo tiene in mano una falce, che riporta la scritta “La morte non perdona nessuno”.

La notte di Valpurga in Germania e il Dia de los Muertos in Messico

Il giorno dei Morti a novembre è la data perfettamente per vivere una celebrazione decisamente spaventosa in Messico, che è stata ribattezzata Dia de los Muertos. In poche parole, si tratta di riti che possono anche prevedere l’uso di scheletri e di teschi particolarmente terrificanti, ma in cui l’atmosfera è molto più gioiosa di quello che vorrebbe far credere, visto che si tratta di una celebrazione che mira a rendere omaggio alla vita e alle persone che non sono più con noi su questo pianeta.

Il 30 aprile, in Germania, sul Monte Brocken, c’è una festa che assomiglia, per tanti versi, a quella di Halloween. Stiamo parlando della Notte di Valpurga, una ricorrenza spettrale che prevede di indossare dei costumi originali e paurosi, riunendosi intorno a un falò e divertendosi tra cibo e birra.

Inizialmente, però, la celebrazione seguiva riti molto più spettrali, rendendo omaggio a Santa Valpurga, che si diceva avesse liberato il territorio tedesco dalla stregoneria e dai tanti riti pagani che si erano diffusi in quelle zone. Ora c’è un po’ meno superstizione, ma in ogni caso la festa vuole essere un bell’omaggio a dei racconti popolari che vengono tramandati di generazione in generazione.

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.