Una Somma di Piccole Cose: il significato del brano di Niccolò Fabi

Posted by

Una Somma di Piccole Cose è la canzone di Niccolò Fabi che nasce nel 2016, con la pubblicazione dell’omonimo album. Si tratta dell’album più difficile, introspettivo e intimo del cantautore romano. Tutto nasce dalla semplicità e dallo scrivere prima per sé stessi e poi per chi sta dietro le cuffie, davanti alla cassa o sotto il palco.

La semplicità di un’immagine copertina fatta con il cellulare nella sua prima vera casa. La semplicità di un album registrato “homemade”, a casa sua, immerso nella natura. Quello che ne uscirà fuori verrà definito come un suono “pacificatore” dallo stesso Fabi. Nella vita contano le piccole cose e Niccolò ce lo ha dimostrato con il brano analizzato.

Un sorriso regalato a quel passante
Un paragrafo di una pagina qualunque

Con questo album e con questo brano in particolare, Fabi a modo suo rimuove dal mondo alcune cose che non vanno e si focalizza su quelle che contano davvero. Addio presunzione, benvenuta semplicità.

Abbiamo due soluzioni
Un bell’asteroide e si riparte da zero…

 Il periodo d’isolamento pre-album di Niccolò è stato voluto per diversi motivi – come detto prima, soprattutto per la semplicità e per la purezza di un suono homemade – e tra i tanti si ritrova la ricerca di un suono simile a quello di For Emma, forever ago di Bon Iver. Provateci, ascoltate il sound di questo album e il brano menzionato. Noterete subito delle somiglianze.

Il futuro che cambia…

 Le piccole cose, dal sorriso regalato al passante alle scene più comuni – che per fortuna accadono ancora in una società “corrotta” nell’animo – sono quelle cose che ti fanno capire davvero il senso della vita. Così naturali e così semplici, fanno capire che ognuno di noi nel suo piccolo può cambiare le cose, può migliorare la vita di un’altra persona con un semplice sorriso, con un piccolo aiuto. E Niccolò, con questa perfetta alchimia tra testo e musica, fa rivivere a tutti noi quelle sensazioni quotidiane. Chiudendo gli occhi e ascoltando attentamente – nonostante il sapore malinconico del sound – ci sentiremo davvero bene con noi stessi, in qualche senso felici.

Rating: 4.4/5. From 10 votes.
Please wait...

2 comments

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.