La colonna sonora originale composta per 2001: Odissea nello Spazio

Posted by

2001: Odissea nello Spazio è per diverse ragioni il film più importante della storia del cinema di fantascienza, e una delle ragioni che lo hanno reso tanto riconoscibile e amato dal pubblico è quella affascinante combinazione di immagini e musica classica ideata da Stanley Kubrick. La scelta di compositori suggestivi come Richard Strauss, György Ligeti e Johann Strauss II hanno contribuito alla creazione di scene rimaste indelebili nella storia del cinema, come i titoli di testa sulle note di Così Parlo Zarathustra o Il Bel Danubio Blu durante la fluttuazione nello spazio.

Quel che non tutti sanno è che la scelta di quella collezione di musica classica non era stata la prima intenzione di Stanley Kubrick. Originariamente, Kubrick aveva scelto il compositore Alex North e gli aveva commissionato la creazione di una colonna sonora originale per il film. Alex North aveva già al suo attivo le musiche di Un Tram Chiamato Desiderio, Cleopatra e Chi Ha Paura di Virginia Woolf, ed aveva già lavorato con Kubrick per la colonna sonora di Spartacus.

Parte della colonna sonora originale è disponibile su Spotify, mentre qui sotto è possibile vedere la ricostruzione dei titoli di testa di 2001: Odissea nello Spazio con le musiche originariamente scritte per il film.

La ragione per cui quelle musiche furono poi scartate da Kubrick è, semplicemente, che il regista le ritenne inadeguate. Kubrick aveva già chiara in mente come sarebbe dovuta essere la colonna sonora del film e aveva ascoltato con lo stesso Alex North le composizioni orchestrali che Kubrick vedeva scena per scena. Il compositore aveva ricevuto indicazione di ispirarsi a quel tipo di composizioni, ma evidentemente alla fine Kubrick bocciò il suo lavoro.

Qui sotto uno stralcio di un’intervista rilasciata anni fa da Kubrick a Michel Ciment, in cui il regista risponde circa la colonna sonora di 2001: Odissea nello Spazio:

Per quanto bravi i nostri migliori compositori possano essere, non sono Beethoven, Mozart o Brahms. Perché dunque usare musica che è qualitativamente inferiore quando abbiamo una scelta così ampia di grandiosa musica orchestrale disponibile dal passato o dai stessi giorni nostri?

Sebbene North e io avevamo visionato il film molto attentamente, e sebbene lui avesse ascoltato queste tracce contemporanee e concordato che potevano essere un’efficace linea guida per ogni scena, ciononostante ha scritto e registrato una colona sonora che non poteva essere più aliena dalla musica che avevamo ascoltato, e ancora più importante, una colonna sonora che, secondo me, era completamente inadeguata al film.

Una bocciatura netta, insomma. Le musiche originali sono in effetti parecchio diverse dalle scelte classiche effettuate successivamente da Kubrick. E si sa, Kubrick era un enorme perfezionista, come dimostrano gli aneddoti e le dichiarazioni di chi ha lavorato con lui. La bocciatura dunque, sebbene forte e sorprendente per una colonna sonora comunque valida e suggestiva, è più che credibile. E a posteriori si può anche considerare legittima, vista la longevità che alcune scene di 2001: Odissea nello Spazio hanno ancora oggi tra le preferenze degli appassionati di cinema.

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.