Dunkirk, la seconda guerra mondiale secondo Christopher Nolan

Posted by

Se è vero che non si dovrebbe mai giudicare un libro dalla copertina, la stessa cosa dovrebbe valere per i trailer dei film. Ma come un nome di un grande scrittore per forza di cose attira l’occhio di chi guarda, così anche il nome di un grande regista porta molte volte ad accettare “a scatola chiusa” un film. È quello che si è portati a pensare dopo aver visto il trailer di Dunkirk, l’ultimo film di Christopher Nolan in uscita il 31 Luglio nelle sale italiane (10 giorni prima negli USA). Lo trovate qui sotto, intitolato: The Survival Teaser (mentre il secondo trailer ufficiale, uscito proprio la scorsa settimana, lo trovate qui).

È la prima volta che Nolan si cimenta in un film basato su eventi storici, ma dati i capolavori precedenti (trilogia di Batman, Interstellar e così via) difficilmente il film di guerra potrebbe rivelarsi un buco nell’acqua, a maggior ragione se il cast è composto da stelle indiscusse di Hollywood.

Il trailer è molto interessante, mischia ansia, effetti musicali e particolari che, ad un amante del genere, non passano certo inosservati. E allora si apprezzano gli sprazzi di battaglie all’ultimo respiro, con qualche secondo di immagini di duelli aerei tra le leggende dei cieli della Seconda Guerra Mondiale: Spitfire e Messerschimtt BF 109, con l’aereo inglese pilotato da un certo Tom Hardy (vecchia conoscenza di Nolan nei panni di Bane ne Il Ritorno del Cavaliere Oscuro). Dai pochi minuti di trailer sembra di essere al fianco di quei soldati inglesi, che stretti l’uno con l’altro su un mezzo da sbarco, guardano terrorizzati il cielo sentendo il rumore della sirena dello Stuka, micidiale bombardiere tedesco.

Basti pensare inoltre, che Nolan ha voluto usare mezzi originali della seconda guerra mondiale, spendendo la modica cifra di 5 milioni di dollari per un autentico aereo che ha partecipato in quelle battaglie, per poterlo equipaggiare con camere IMAX e poi distruggere per le riprese. Riprese che sono state effettuate sulla spiaggia originale di Dunkerque, mischiando appunto telecamere IMAX e pellicole a grande formato 65mm.

dunkirk-poster
Dunkirk, la locandina originale

La trama è nota: Dunkerque rappresenta la ritirata delle truppe francesi e inglesi davanti alla strapotenza delle forze tedesche della Wehrmacht, e la fine della campagna di Francia, che vide come atto finale per la vittoria nazista proprio la battaglia di Dunkerque il 26 maggio del 1940. Insomma, un tema cinematograficamente mai trattato, soprattutto perchè si tratta di una “sconfitta“. C’è molta attesa dunque per l’uscita del film, che vede tra i protagonisti (oltre al già citato Tom Hardy) attori del calibro di Mark Rylance (premio Oscar per Il Ponte delle Spie), Kenneth Branagh, Cillian Murphy (anche lui nemesi di Batman nei panni dello Spaventapasseri) e Harry Styles, cantante degli One Direction.

Le musiche (ovviamente) sono affidate a Hans Zimmer, già autore delle colonne sonore di diversi altri film di Nolan (Inception, Interstellar, Batman Begins, Il Cavaliere Oscuro…) nonché di diversi altri capolavori tra cui Il Gladiatore, L’ultimo Samurai e La Sottile Linea Rossa, mentre la produzione è della Warner Bros. Insomma, le potenzialità per diventare un grande film e soprattutto ritagliarsi un posto tra i migliori film di guerra ci sono, dobbiamo solo aspettare. Tra l’altro, Dunkirk arriva quasi in concomitanza con un altro film sulla seconda guerra mondiale di un grande regista contemporaneo: Radegund di Terrence Malick, di cui vi abbiamo già parlato nel link che trovate qui sotto. Un doppio ritorno ai temi bellici dell’era nazista, dunque. Allacciatevi bene l’elmetto.

Vedi anche:

RG-10_00660.NEFRadegund, il nuovo film di guerra di Terrence Malick

Annunci

One comment

Comment