The Invocation of Enver Simaku: la spiegazione del finale

Posted by

Questo articolo rivela elementi importanti della trama e della spiegazione di The Invocation of Enver Simaku, svelandone il significato, gli eventi, il finale e le prospettive migliori per apprezzarne i pregi. Se ne suggerisce dunque la lettura solo ed esclusivamente dopo aver visto il film, e non prima, per evitare di perdervi il gusto della prima visione.

The Invocation of Enver Simaku è un film horror prodotto nel 2017 e presentato come una storia vera, ispirata a un fatto accaduto in Albania nel 1997. I nomi della storia sono stati cambiati, quindi è praticamente impossibile verificare la storia raccontata dal film. In questo articolo vogliamo presentare la spiegazione semplice della trama e approfondire ciò che vediamo nel finale.

La trama del film

Nel 1997 Julien Blaschke e sua moglie stavano girando un documentario in una piccola città dell’Albania. Una notte sentono degli spari fuori, escono e sua moglie viene uccisa da uno sconosciuto. Sappiamo dalla narrazione di Julien che in quella notte due fratelli impazzirono e uccisero decine di persone, a volte torturando e smembrando i corpi.

Vent’anni dopo, torna in Albania cercando di scoprire il motivo per cui è successo. Parlando con giornalisti e insegnanti locali, viene a conoscenza di un’indagine che una squadra antiparanormale del governo comunista ha portato avanti nei confronti della famiglia dei due fratelli che hanno ucciso sua moglie. Va anche a casa loro e parla con i genitori dei fratelli assassini. E conosce la storia di Kukuth, un demone pagano che possiede le persone e ne mangia l’anima. Secondo la spiegazione dei vecchi genitori, Enver Simaku, il figlio che era in coma da anni, era posseduto dal Kukuth e stava cercando di tenerlo imprigionato all’interno del suo corpo, impedendo al demone di uscire e possedere altre persone. Per anni riesce a tenere il Kukuth dentro di sé, finché non resiste più e muore. Una volta morto, il Kukuth uscì dalla sua bocca e si impossessò dei suoi fratelli, che uscirono uccidendo tutti quelli che incrociavano il loro cammino.

A quanto pare molte persone concordano su questa spiegazione, compreso l’investigatore segreto che stava spiando la casa e una bambina che viveva nelle vicinanze. Julien parlerà anche con un esorcista che ha cercato di esorcizzare Enver Simaku, e la sua spiegazione si adattava di più alla credenza cristiana di Satana che possiede gli uomini. Ispezionando i documenti in possesso dell’esorcista, scopre le iniziali dell’investigatore e capisce che si tratta del padre della bambina che per diverso tempo ha parlato con Enver Simaku, come medium.

Dopo aver verificato con lei, i due vanno a casa dei suoi nonni dove l’intera famiglia si era trasferita dopo la morte di Enver Simaku. Seguendo l’intuizione di Julien, trovano i nastri nascosti dell’investigatore. Questo ci conduce al finale del film.

The Invocation of Enver Simaku: la spiegazione del finale

Watch this video on YouTube.

Julien torna in albergo ed è ancora perseguitato da visioni demoniache, sin dall’inizio delle sue ricerche. La ragazza gli fa visita e decidono di ascoltare i nastri insieme. Nei nastri sentiamo la voce di suo padre, che confessa di essere perseguitato da Enver Simaku ogni notte, come anche la stessa figlia, e che sta cercando di fare del suo meglio per proteggere sua figlia. Ecco perché il nome di lei non è mai menzionato nella sua documentazione ufficiale.

Negli ultimi nastri, sentiamo la ragazza parlare con Enver Simaku davanti alla madre di lui. Enver dice che il Kukuth gli sta grattando i denti e sta per uscire da lui. In quel momento le luci si spengono e Julien vede il Kukuth fuori dalla finestra. Il suo viso è sereno, quasi sorridente.

Nell’ultima scena del film, vediamo Julien che trasporta un cadavere e inizia a seppellirlo. Dalla sua stessa voce, sentiamo che quella notte è stato posseduto dal Kukuth e non aveva avuto forza per combattere il male dentro di sé. Capiamo così che ha ucciso la ragazza in quel momento, e il corpo che abbiamo visto tra le sue braccia era il suo.

Scopri altre spiegazioni di film del momento su Auralcrave