The Ballad Of Darren: la storia dietro al nuovo album dei Blur

Posted by

Rick Graham, roadie dei Kasabian , famoso per essere stato immortalato sulla copertina di un loro disco “For Crying Out Loud”, si trova nel suo pub londinese preferito, quando, tra la bolgia visiva e sonora del luogo, riesce a notare il suo vecchio mate Darren “Smoggy” Evans.

Si guardano, si sorridono, quando Rick: “E così i Blur ti hanno intitolato un album eh?”

Faccio un passo indietro, probabilmente questa conversazione non si è mai tenuta, ma è certo come anche Darren “Smoggy” Evans, bodyguard al servizio della band di Colchester, sia stato omaggiato dai suoi datori di lavoro.

The Ballad of Darren, il nono album in studio della band, uscirà il 21 luglio per la Parlophone, and in the meanwhile è stato anticipato dal singolo “The Narcissist”.

Leggendo il testo, ho pensato al suo artwork: una fotografia del 2004 scattata da Martin Parr, ritrae un uomo in solitaria che sta nuotando nella piscina all’aperto più antica di Scozia. Tutto sembra tranquillo, il nuotatore tra una bracciata e l’altra procede spedito rimirando le piastrelle sul fondo, mentre all’orizzonte, un temporale è pronto a riversarsi su di lui, ma probabilmente lo sportivo continuerebbe a nuotare.

Scusatemi per la digressione/elucubrazione, ma ho avuto questa impressione, come se anche questa volta Damon abbia voluto riversare nei suoi testi, quell’introspezione e riflessione che, soprattutto nel suo -splendido- album da solista “The Nearer, The Fountain, More Pure The Stream Flows” è venuta fuori.

Vedremo, intanto, immagino quei due, Rick e Darren conversare davanti alle loro pinte.

“Se vuoi Rick ti autograferò il disco”

“Fa pure, però io sono sulla copertina e tu no. Ci sarà un motivo eh vecchio c477one”.