Musica 8D: cos’è e come funziona

Posted by

È la nuova frontiera della musica e dell’ascolto. Si chiama musica in 8D, o anche 8D audio. Ma cos’è? Beh, se siete affamati di rap italiano o straniero probabilmente ne avrete già sentito parlare. Si tratta di un’esperienza sonora che dà l’impressione all’ascoltatore di essere circondato da più sorgenti sonore, come se la musica passasse da un orecchio all’altro facendo il giro della nostra testa, passandoci prima dietro e poi davanti. La sensazione è proprio quella di un suono che ci gira attorno in continuazione.

Tecnicamente il suono viene “pannato” da destra a sinistra, creando una sensazione di cerchio (“pannare”, dall’inglese “to pan”, significa distribuire il suono all’interno del campo stereo).

Semplificando, si tratta di decidere da dove far provenire all’orecchio i suoni che sentiamo quando ascoltiamo una canzone.

Per assaporare pienamente questa nuova frontiera di ascolto immersiva c’è una condizione: dovete ascoltarla con delle cuffie di qualità e ad occhi chiusi.  Vi sembrerà di avere la stanza piena di altoparlanti e che il suono passi attraverso la vostra testa.

La frontiera 8D ricorda molto la tecnologia dolby surround che ha spopolato nelle case della gente per rendere il suono proveniente dalla tv durante la visione di un film molto più avvolgente tale da rendere sempre più realistica la scena. Più la musica è coinvolgente, totalizzante, alienante come le aspirazioni che si pone la musica in 8D, più aumenta la produzione di dopamina e dunque di piacere ad essa collegato. Così l’aumento della qualità percettiva del suono ha un potere maggiore.

Nel video più sopra in questo articolo potete ascoltare il brano Echoes dei Pink Floyd in 8D.

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.