La vera storia di Aileen Wuornos che ispirò il film Monster

Aileen Wuornos (Rochester, 1956 – Raiford, 2002) è stata un’assassina seriale statunitense, magistralmente interpretata sul grande schermo da Charlize Theron nel film Monster.

La giovinezza

Aileen Wuornos  ebbe un’infanzia molto travagliata. Quando era molto piccola il  padre venne condannato per violenza su minori e poco dopo si impiccò nella cella. Inoltre, a quattro anni, la madre affidò lei e il fratello Keith ai nonni.

Aileen Wuornos da giovane

A 14 anni Aileen rimase incinta dopo essere stata violentata da un amico di famiglia e venne costretta a dare il bambino in adozione. Poco dopo sua nonna morì e il nonno, alcolista,  la cacciò da casa. Per mantenersi iniziò a prostituirsi.

Nel 1976, appena ventenne, sposò il ricco sessantanovenne Lewis Gratz Fell, ma il matrimonio fu annullato dopo sole nove settimane a causa del comportamento violento della donna, arrestata per aver assalito un cliente e per aver colpito il marito stesso.

Negli anni continuarono gli arresti e nel 1986 fece l’incontro che avrebbe segnato la sua vita: conobbe Tyria Moore, con cui andò a vivere e che mantenne continuando a prostituirsi

I delitti

Il primo omicidio avvenne il 30 novembre 1989. Aileen Wuornos uccise Richard Mallory e gli rubò l’auto, poi confessò tutto a Tyria. Il corpo dell’uomo venne trovato il 13 dicembre in un bosco vicino all’autostrada.

Il 5 maggio 1990 venne rinvenuto il cadavere di un uomo in avanzato stato di decomposizione, ucciso da una calibro 22.

La terza vittima si chiamava David Spears ed era un camionista. Il suo corpo fu ritrovato nei pressi della strada Interstate 19 in Florida e anche stavolta l’arma era una calibro 22. Gli inquirenti non trovarono alcun indizio, ma un’analisi criminologica suggerì che l’assassino era probabilmente una donna.

Seguirono gli omicidi di Charles Carskadonn e di Eugene Burness e l’investigatore Tom Muck, date le analogie tra i crimini e la vicinanza dei luoghi del delitto, cominciò a ipotizzare l’esistenza di un serial killer.

Verso la fine del 1990, Aileen Wuornos uccise Dick Humphreys e Walter Jeno Antonio, sempre con una calibro 22.

L’arresto

Una task force della polizia elaborò un profilo del killer: probabilmente si trattava di una prostituta. La svolta nelle indagini arrivò quando Aileen Wuornos depositò a un banco dei pegni una videocamera appartenuta a una delle sue vittime. Le impronte su di essa furono confrontate con successo con quelle ritrovate su una delle scene del crimine.

Aileen Wuornos fu arrestata per porto d’armi abusivo e, nel corso di un interrogatorio, la compagna di Aileen, Tyria confessò i crimini della convivente.

Per avere conferme, i poliziotti chiesero a Tyria di parlare con Aileen Wuornos al telefono per spingerla a tradirsi. Aileen, nonostante avesse forse capito di essere intercettata, confessò e scagionò la fidanzata.

Nel 1992, Aileen Wuornos fu processata e la corte della Florida, non tenendo in considerazione le attenuanti sostenute dalla difesa, la condannò alla sedia elettrica. Dopo il processo, Aileen e Tyria non si incontrarono e non si parlarono mai più.

Aileen Wuornos venne giustiziata tramite iniezione letale il 9 ottobre 2002.

Articolo pubblicato originariamente su annamariapierdomenico.it e concesso ad Auralcrave per la ripubblicazione.

Rating: 5.0/5. From 4 votes.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.