Le canzoni sulla fine dell’estate

Posted by

A Settembre è del tutto naturale: l’inizio ufficiale dell’autunno magari deve ancora arrivare, ma la sensazione che la bella stagione sia ormai finita aleggia già nell’aria: iniziano i rientri in città, si torna a lavorare e il primo giorno di scuola è già alle porte. C’è poco da fare: questa sensazione di nostalgia s’impossessa di noi, sovrastando la voglia di tornare alle abitudini quotidiane.

Watch this video on YouTube.

“Sto diventando grande, lo sai che non mi va”, scrivevano i Righeira negli anni Ottanta, per scacciare l’immagine dell’autunno alle porte. Mogol, Califano, Paoli, Cocciante, sono solo alcuni degli artisti nostrani che si sono cimentati con la “chiusura degli ombrelloni” e le emozioni che genera.

Watch this video on YouTube.

Come dimenticare la Celeste Nostalgia di Riccardo Cocciante. Emblematico il testo, scritto da Mogol: “Vederti un’estate sopra un treno partire su un’auto e andar lontano  quel lampo negli occhi, ciao!”

Watch this video on YouTube.

Nel 1963 Gino Paoli incideva Sapore di Sale. “Qui il tempo è dei giorni che passano pigri  e lasciano in bocca il gusto del sale”, scriveva il cantautore genovese. Bellissima anche Un’estate fa, titolo più che profetico: “Un’estate fa non c’eri che tu, ma l’estate somiglia a un gioco è stupenda ma dura poco”.

Watch this video on YouTube.

Il grande Bruno Martino in Estate, cantava di odiarla per la sua capacità di far nascere amori che poi molto spesso finiscono. E così anche l’estate può essere odiata per la sua capacità di farci vivere e rievocare ricordi troppo felici. Lo stesso Bruno Martino ha poi cantato una canzone di Franco Califano, E la chiamano Estate, e tante altre canzoni dedicate alla bella stagione e agli amori finiti.

Watch this video on YouTube.

Tra i brani internazionali più interessanti c’è la canzone dei Doors Summer’s almost gone. “L’estate è quasi finita, abbiamo avuto giorni belli, ma stanno finendo”, recita il testo. E che dire di Summertime Sadness di Lana del Rey. Il titolo parla in modo inequivocabile di tristezza estiva dovuta sempre agli amori estivi troppo passeggeri. Una stagione che porta tante e diverse storie che poi per un motivo o per un altro finiscono. Anche questo aspetto fa parte dell’estate.

Watch this video on YouTube.

E forse è proprio questa la sua magia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.