La house music di Stefano Reis: una ventata d’aria fresca

Una passione intrinseca per la musica elettronica e lo stupore misto a curiosità provato guardando un video in cui il mago della Techno statunitense, Jeff Mills, dava il meglio di sé alle prese con un mixer. Sono queste le fiamme che hanno alimentato e forgiato il talento di una nuova promessa dell’house nostrana, Stefano Reis, permettendo a questo giovane appena 24enne di diventare uno dei DJ/produttori più interessanti dell’attuale panorama dance.

Originario di La Spezia, Stefano inizia a flirtare con la console a soli 17 anni, facendosi conoscere pian piano nei migliori locali di Liguria e Toscana e riuscendo a conquistare col tempo l’attenzione di alcune etichette discografiche grazie alla distintiva natura Tech House delle proprie demo.

STEFANOREIS2

Dopo l’esordio con The Griot nel 2015 (pubblicato dalla 2Sonic Records), diverse sono le porte che Reis riesce a schiudere, maturando un’esperienza nel campo tale da consentirgli di stringere sodalizi artistici con colleghi del calibro di Benny Camaro (assieme al quale produce l’eterea I Don’t Know Why), Luca Debonaire (con il quale scala non poche classifiche a tema grazie a The Ultimate), e gli olandesi Block & Crown (con cui plasma la bombastica Bring That Bass). Non mancano naturalmente release da solista come Fever (Kluster Records) e Get Up! del 2016 (Loudbit Records), esempi impeccabili e trascinanti di Electro House allo stato puro che riscuoteranno ottimi feedback da parte di DJ di fama mondiale e radio estere.

Tenace e ambizioso nella ricerca di percorsi alternativi, Stefano ha sfruttato gli ultimi mesi per esplorare in studio nuove sonorità, pur sempre attingendo all’humus del genere da lui prediletto. Da queste premesse, e con questo intento, sono nati gli ultimi due singoli del giovane produttore ligure, In The Music e House In The Night, usciti rispettivamente il 4 giugno e il 16 luglio scorso su etichetta Atomizer Recordings. Due pezzi dal sound più cupo e notturno rispetto ai synth flautati e alle influenze tropicali del di poco precedente Heartbeat, ma che non possono non richiamare alla mente le atmosfere fumose dei grandi e rinomati club italiani e stranieri in cui lo stesso Reis si è più volte esibito con i propri set, sia come ospite sia come resident DJ, dal 2012 a oggi (Le Terrazze di Portovenere, il Papilio Club di La Spezia, La Capannina di Forte dei Marmi, perfino l’Eden di Ibiza e gli eventi esclusivi organizzati dal maestro Andrea Bocelli, solo per citarne alcuni).

Entrambe le produzioni sono esaltate dalla predominanza di bassi corpulenti e rimbombanti sugli elementi percussivi, cadenzati da voci robotiche e filtrate che emergono man mano dal mix creando una combo energica fra Techno e Deep House, interamente giocata sui crescendo e sui tipici ritmi in 4/4 con cassa dritta e piatti in controtempo a cui riesce difficile resistere lungo la pista da ballo.

In un mondo come quello della dance, dove il rischio di cadere volutamente nell’omologazione e nella monotonia è dietro l’angolo e quasi sempre dettato da esigenze commerciali, tracce imbevute di club culture (e un po’ meno orientate alle hit parade) rappresentano la giusta ventata d’aria fresca di cui necessita un genere musicale ancora vittima di pregiudizi da parte del pubblico medio, nonostante la ribalta avuta nell’ultima decade. Ecco perché Stefano Reis – al momento impegnato in ulteriori progetti su cui vige la scaramanzia assoluta – è un nome che leggeremo e sentiremo spesso nel futuro prossimo. E ne siamo certi.

Stefano Reis
su
FacebookInstagramSoundcloud

Acquista i singoli su Beatport:
In The MusicHouse In The Night

Testo: Francesco Cappellano

.

Gli articoli sponsorizzati di Auralcrave sono un mezzo moderno e efficace per promuovere i lavori, gli eventi, le uscite più interessanti per il pubblico di oggi. Per richieste, partnership, informazioni o per sottoporre una nuova proposta, contattaci su auralcrave@gmail.com.

 

No votes yet.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.