Gli Atoms For Peace e l’innocenza perduta: il viaggio astrale di Ingenue

Posted by

Atoms For Peace: così si chiama il gruppo che si è formato nel 2009 per una serie di concerti e si è ritrovato nel 2011 a Los Angeles per registrare un disco, tentando di trasformare in canzoni delle lunghe jam session improvvisate. Oltre a Thom Yorke, gli Atoms For Peace comprendono Flea, il bassista dei Red Hot Chili Peppers, il produttore Nigel Godrich (il “sesto Radiohead”), e i musicisti Joey Waronker e Mauro Refosco.

Thom ha bisogno di sperimentare una via d’uscita da ciò che il successo dei Radiohead ha comportato. Una voglia di pace che si trova nelle piroette vocali di Ingenue, uno dei pezzi migliori.

“Ingenue” significa giovane donna innocente. La donna, essere fragile e sensibile, simboleggia perfettamente quello che Thom vuole raccontarci e cioè la sua voglia e necessità di esplorare una realtà alternativa. Un mondo dove non è la leggenda che è, sfuggendo a ciò che lui stesso ha contributo a creare attorno a lui, con il genio della sua musica. La ballerina rappresenta l’incarnazione della fuga nell’innocenza, un alter ego perduto. Parole come “you got me into this mess so you’ll get me out” mostrano la voglia di riassaporare quello che un tempo è stato, attraverso una danza di evasione, un rituale sciamanico di liberazione e astrazione.

The seeds of the dandelion
You blow away in good time
I hope, I pray
If I’m not there now physically
I’m always before you
Come what may

I semi del dente di leone
Li soffi via in tempo
Io spero, io prego
Se non sono lì ora fisicamente
Sono sempre davanti a te
Accada quel che accada

L’idea è, però, che questa fantasia non si avvererà mai o comunque che non si realizzerà in tempo utile. Thom si rende conto che questo desiderio è impossibile, almeno nel mondo “fisico” che dovrà sempre affrontare in prima persona. E allora? Non rimane che sperare, pregare e viaggiare… astralmente, si intende.

Gone with a touch of your hand
Move through the moment
Though it betrays
Transformations, jackals and flames

Andato con un tocco della tua mano
Passando attraverso il momento
Anche se tradisce
Trasformazioni, sciacalli e fiamme

Un viaggio astrale dal quale Thom sarà comunque costretto a tornare, a un certo punto. E il ritorno non sarà affatto piacevole. Vedrà solo trasformazioni e distorsioni, sciacalli e fiamme che rinforzeranno la sua voglia di tornare a rifugiarsi in quel mondo astrale ingenuo e confortante. Ancora un altro viaggio. Ancora un altro triste ritorno.

.

Dario Giardi ama la musica, la fotografia e la scrittura, ed è l’autore di Viaggio Tra Le Note. I segreti della teoria e dell’armonia musicale (2016, edito da I Libri Di Emil). Seguilo su Facebook e Twitter.

 

No votes yet.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.