Surf’s Up, la poetica simbolica dei Beach Boys

Posted by

La musica di Surf’s Up venne composta da Brian Wilson, al pianoforte, nel corso di una sola serata, mentre le parole furono scritte dal fidato amico Van Dyke Parks.

Nel 1966 Brian Wilson venne filmato mentre eseguiva la canzone e il filmato venne trasmesso nello speciale televisivo della CBS sulla musica pop, presentato da Leonard Bernstein e David Oppenheim, ed andato in onda negli Stati Uniti il 26 aprile 1967. Fu David Oppenheim, che espresse in trasmissione la sua ammirazione per la canzone:

“C’è una nuova canzone, troppo complessa per essere capita al primo ascolto. Un brano così non poteva che scaturire dal fermento che caratterizza la scena musicale pop di oggi. Brian Wilson, leader dei famosi Beach Boys, e oggi uno dei più importanti musicisti della nostra epoca, canterà la sua Surf’s Up

A diamond necklace played the pawn
Hand in hand some drummed along, oh
To a handsome man and baton
A blind class aristocracy

Back through the opera glass you see
The pit and the pendulum drawn

Una collana di diamanti mosse il pedone
Mano nella mano, qualcuno tamburellava
Ad un bel ragazzo  col bastone
Una aristocrazia di classe cieca

Attraverso il vetro dell’opera li vedi
La fossa e il pendolo disegnati

Leonard Bernstein descrisse la musica e le parole come pura poesia, incantevole e oscura.

Di cosa parla?

Del senso profondo della vita, della sua caducità, dell’esigenza di godersi il “qui ed ora” senza pensare al passato né al futuro. Tutto è destinato a dissolversi, tutto crolla. Anche ciò che appare invincibile come gli imperi. Nessuna situazione è dannatamente sicura anche quando cavalchiamo l’onda (ecco il senso profondo del titolo). Quando siamo all’apice non vuol dire che ci rimarremmo. Siamo tutti onde, la vita è un’onda e come tale si muove lungo salite e discese.

Come nel gioco degli scacchi dove ci sono pedoni, Re e Regine, anche nella vita ciascuno riveste un ruolo, ma tutti rimaniamo inconsciamente manovrati da forze più grandi, che per essere comprese richiederebbero attenzione e sensibilità. Tutti noi, però, siamo troppo indaffarati a inseguire l’effimero, a indossare maschere, a guardare la vita e il mondo con i paraocchi.

La musica potrebbe essere l’unico linguaggio capace di risvegliarci ma anche i cigni trombettisti (che simbolicamente la rappresentano) diventano muti davanti alla nostra passività e insensibilità. Anche la musica perde così il suo potere, non ha più voce per parlare a masse così profondamente addormentate.

La simbologia prende avvio in un concerto.

C’è un uomo e tutto il pubblico intorno a lui è intento a vestire i ruoli e le maschere che la società impone. Indaffarati a indossare i loro abiti, a guardare attraverso le lenti dei loro occhiali alla moda, distratti da ciò che conta davvero, distaccati dal reale.

Pensiamo di vivere in eterno, di accumulare ricchezze senza renderci conto che tutto è effimero. Imperi, idee, vite, istituzioni; tutto cade e decade, ruzzolando come un domino.

Hung velvet overtaken me
Dim chandelier awaken me
To a song dissolved in the dawn
The music hall a costly bow
The music all is lost for now
To a muted trumpeter swan

Il velluto appeso mi ha travolto
Il lampadario soffuso mi ha svegliato
Con una canzone sfumata nell’aurora
La music hall, un costoso arco
La musica, tutto è perduto ora
Un muto cigno trombettista

In lontananza una musica prova a risvegliarci ma il nostro ascolto è troppo disattento per coglierla e così le note rimangono dissolte nell’aurora. Anche il cigno trombettista (che rappresenta il linguaggio musicale in chiave simbolica) diventa muto, non può fare nulla per noi.

Cosa possiamo fare, cosa ci rimane per sentire il mondo e la vita per quello che davvero sono?

Esplorare i ricordi, per ripescare quella canzone d’infanzia alla quale siamo tanto legati e assaporare la purezza, la sensibilità che c’era nel nostro cuore di bimbo. Solo i bambini conoscono la via per la felicità.

I heard the word.
Wonderful thing!
A children’s song
Have you listened as they play?

Their song is love and the children know the way

Sento la parola
Che cosa meravigliosa!
Una canzone per bambini
Li senti giocare?

La loro canzone è amore e i bambini sanno il fatto loro

Surf’s Up dei Beach Boys è su Amazon

.

Dario Giardi ama la musica, la fotografia e la scrittura, ed è l’autore di Viaggio Tra Le Note. I segreti della teoria e dell’armonia musicale (2016, edito da I Libri Di Emil). Seguilo su Facebook e Twitter.

 

Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.