I Needed A Color: Jim Carrey, una nuova vita da artista

Posted by

Anima di alcuni dei personaggi più caratteristici ed esilaranti del cinema hollywoodiano nel recente passato, a 55 anni Jim Carrey pare aver scoperto un altro dei suoi innumerevoli alter-ego. Sono numerose le qualità attoriali più disparate cui ci ha abituato nelle performance per il grande schermo – da cui sembra volersi defilare per qualche tempo, nonostante l’apparizione nel distopico The Bad Batch, uscito a Giugno – ma la vena artistica rappresenta una novità assoluta.

Nel breve documentario diretto e prodotto da David Bushell, I Needed A Color, il beniamino della generazione nineties sembra aver approfondito a tutto spiano una grande passione per la pittura creativa e la scultura. Nel suo studio, a New York, Carrey racconta l’emozione e il sacrificio nel dipingere, il trasporto e l’entità di una concreta scoperta che lo ha positivamente sconvolto.

La libertà di fare, l’immediatezza di un gesto così semplice eppure così profondo, hanno trasferito sensazioni completamente inedite nell’attore di origini canadesi, che non ha forse cercato così nettamente una strada alternativa alla sua personalità, ma che gli si è presentata come un regalo. La notizia ha lasciato di stucco anche i fan, che hanno affollato la sua bacheca Twitter nelle scorse settimane, facendo impennare nel giro di pochissimo le visualizzazioni del video (specie dopo aver letto i complimenti personali da parte della superstar dell’NBA, LeBron James). È quello che trovate sopra.

I più nostalgici – e fedeli – ammiratori di JC ricorderanno che, oltre ad essere stato star di Ace Ventura e The Mask (tra gli altri), rimarrà protagonista di una delle pellicole più amate e discusse dell’ultima decade, Eternal Sunshine Of The Spotless Mind. Il film ha recentemente festeggiato i tredici anni d’uscita in maniera veramente speciale: a Montauk, New York, Focus Feature ha organizzato lo scorso 12 Agosto la visione del film di Gondry direttamente sul set originale, sulla famosa spiaggia dove Joel e Clementine si incontrano. La particolarissima esperienza comprendeva un’escursione in riva, dove i due protagonisti trascorrono alcuni dei momenti più significativi del loro singolare incontro d’amore, e l’omaggio di una riproduzione della bambola Tangerine, ricordo d’infanzia di Clementine.

Annunci

Comment