Here Today, il commosso addio di Paul McCartney all’amico John Lennon

Posted by

I Beatles sono tutti morti a parte Ringo, che però si è eclissato. L’eredità è tutta in mano a Paul McCartney. E devo confessarvelo: è proprio questo sopravvissuto il mio preferito tra i Fab Four. Forse è un bene che ci sia solo lui… la figura di John Lennon sarebbe inappropriata ai giorni nostri. L’eroe, quando non muore rompe le scatole. I monumenti una volta eretti non si sviluppano più, possono solo crollare, lentamente ma inesorabilmente o improvvisamente. Il risultato non cambia. Paul, invece, ha sempre avuto il karma di quello che sopravvive e non è detto che sopravvivere sia meno figo o più facile che morire. È un karma importante, e impegnativo. Bisogna avere coraggio per sceglierselo e una sensibilità non di questo mondo.

Basta ascoltare una canzone per rendersene conto: Here Today, dedicata da Paul al suo caro amico John Lennon.

L’autore ha ricordato in più interviste che non sapeva se comporre o meno un pezzo in memoria di John, ma che un giorno del 1981, quando stava solo in una stanza con una chitarra, iniziò a suonare degli accordi, ed iniziò a “parlare” con l’amico defunto. Così nacque Here Today, come una conversazione intima di riconciliazione profonda.

“L’ho scritta dopo la morte di John. È come se stessi cantando a lui e gli dicessi ‘I love you’, ti voglio bene.”

Queste le sue parole.

paul_mccartney_john_lennon

In questo video si vede bene quanto si sia emozionato nel ricordare l’amico. È commovente perché riprende Paul mentre cede un po’ al pianto cantando la canzone scritta in sua memoria. Guardo e riguardo il video e capisco che è proprio per questa sua sensibilità che è il Beatles che ho più amato. Da sempre.

E se ti dicessi che ti conoscevo bene
Cosa risponderesti?
Se tu fossi qui oggi
Qui Oggi

Beh, conoscendoti
Probabilmente rideresti e diresti
Che eravamo in mondi separati

Ma, per conto mio
Ricordo ancora com’era prima
E sto frenando le lacrime

Ti voglio bene

Che altro aggiungere, dopo versi di tale intensità emotiva?

.

Dario Giardi ama la musica, la fotografia e la scrittura, ed è l’autore di “Viaggio Tra Le Note. I segreti della teoria e dell’armonia musicale” (2016, edito da I Libri Di Emil). Seguilo su Facebook e Twitter.

Annunci

Leave a Comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...