BoJack Horseman e F Is for Family, tutte le star dietro alle serie animate del momento

Posted by

Le due serie targate Netflix sono già diventate un cult della tv e ci sono dei piccoli segreti da svelare dietro questo successo partendo da BoJack Horseman, serie caratterizzata dalla convivenza tra personaggi umani e animali antropomorfi. La serie narra la storia di BoJack, cavallo di mezza età che non è riuscito a mantenere la fama dopo il successo della sua serie tv anni novanta Horsin’ Around: volenteroso di rinnovare la sua identità nello star system tramite un’autobiografia, Bojack passa le sue giornate nella sua casa di Hollywood in compagnia di Todd Chavez, un ragazzo di 24 anni disoccupato e fattone la quale voce originale è stata affidata ad Aaron Paul, il Jesse Pinkman di Breaking Bad. Nelle sue varie sfaccettature, infatti, il personaggio di Todd assomiglia molto al produttore di metanfetamina più famoso della tv.

BoJack_Todd

La colonna sonora della serie è stata composta da Patrick Carney, polistrumentista e co-fondatore insieme a Dan Auberch dei Black Keys. Con le prime tre stagioni, BoJack Horseman è stata definita dalla critica “una delle serie più divertenti e commoventi di sempre“. La commedia è stata rinnovata per una quarta stagione, che verrà messa in onda nell’estate 2017.

Dall’altra parte F Is for Family, che ha tra i produttori esecutivi Vince Vaugh, è una commedia famigliare ambientata nel 1970 e racconta le vicende della famiglia Murphy capitanata da Frank, un irascibile e disilluso veterano della Guerra di Corea che ora lavora per una compagnia aerea, la Mohican Airlines. Insieme alla moglie Sue, dipendente della “Plast-a-Ware” (parodia della Tupperware), devono tenere a bada i loro tre figli: l’astioso  primogenito Kevin la cui voce originale è stata affidata a Justin Long (Dodgeball, Die Hard), la figlia minore Maureen e Bill, ragazzo controverso che viene spesso preso in giro e vittima di bullismo da parte dei ragazzini più grandi del quartiere. Un altro dei personaggi principali è Vic, ricco playboy nonchè vicino di casa della famiglia Murphy, la qual voce è data da Sam Rockwell (Il Miglio Verde, Guida Galattica per Autostoppisti). Per farvi capire il successo di F Is for Family, su Rotten Tomatoes la serie detiene l’82% di indice di gradimento e il consenso della critica del sito afferma: “mentre l’umorismo si basa sulla volgarità, la forza di F Is for Family è il suo notevole cuore“.

f-is-for-family

Accanto a serie come Narcos o Black Mirror (per citare due tra le più chiacchierate) possiamo dire che con l’avanzamento delle nuove commedie animate Netflix ha aggiunto un altro punto a suo favore.

Annunci

Comment