Kurt Cobain, la serata in onore del leader dei Nirvana

Il 20 febbraio Kurt avrebbe compiuto 50 anni: nonostante siano passati molti anni dalla sua tragica scomparsa, la leggenda del ragazzo di Aberdeen che portò il genere grunge al suo apice e che fu eletto a portavoce della cosiddetta “generazione X” -un riconoscimento che rifiutò sempre- continua a vivere nel cuore di milioni di fan affezionati. Non c’è dubbio che la figura del leader dei Nirvana sia tra le più complesse e sicuramente anche le più ricordate di tutti i tempi: da quel 5 aprile 1994 in cui morì, si è parlato molto di lui e tutt’ora la sua morte è avvolta dal mistero.

Ebbene, 23 anni dopo il funesto evento che ha sconvolto un’intera generazione, la tv ha deciso di celebrare i 50 del mito con una serata interamente dedicata a lui. Prima fra tutte Sky, che lunedì 20 trasmetterà sul canale 118 (Crime+Investigation), alle ore 22:55, Chi ha ucciso Kurt Cobain?, un documentario che scava nell’ancora controversa vicenda della sua morte e che prevede la partecipazione di Tom Grant, l’investigatore -ex detective del Dipartimento di Polizia di Los Angeles- assunto dalla moglie del cantante, Courtney Love, per far luce sulla questione.

In effetti, Grant cercò di dimostrare che si trattasse di un omicidio -confermando anche la tesi degli amici e dei conoscenti più stretti di Kurt, che mai accettarono di confermare l’ipotesi del suo suicidio-, ma le prove non portarono a una conclusione certa. A oggi, l’opinione più diffusa è ancora quella che sostiene un cedimento da parte del fragile artista, allora appena ventisettenne, anche a causa dell’abuso di droghe e dell’eccessiva pressione esercitata dallo star system oltre che dal suo riconoscimento come “icona musicale“.

Sul canale VH1 del digitale terrestre, che dalla scorsa estate ha sostituito Mtv Music, andrà invece in onda una lunga maratona di programmi in suo onore: Best Of Grunge, con una sequenza dei video più importanti del genere, poi All Apologies, documentario dedicato a Kurt Cobain raccontato dalle persone più vicine a lui, a seguire Last Days, il film di Gus Van Sant liberamente ispirato ai suoi ultimi giorni di vita, infine il loro storico Unplugged e un focus sui loro video musicali. Dalle 20 fino a notte inoltrata, come promette la stessa VH1.

Leave a Comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...