La playlist compilata da Four Tet con la musica dei paesi banditi da Trump

L’ordine esecutivo di Donald Trump, che ha innalzato le barriere contro sette nazioni a maggioranza musulmana lo scorso 27 Gennaio, ha lasciato diversi strascichi anche nel mondo della musica e dello spettacolo in tutto il mondo. Non sono mancati articoli di protesta da parte di diversi magazine musicali, come quello di Dazed sull’esperienza dell’artista iraniano Ash Koosha. Four Tet, che è londinese con madre indiana nata in Sudafrica e che nel 2013 produsse Wenu Wenu, l’album di debutto del siriano Omar Souleyman, ha pubblicato una lunga playlist su Spotify in segno di protesta nei confronti della linea adottata dal neo-presidente degli States, ispirato proprio dalla sua collaborazione con il cantante mediorientale (aggiungendo in un tweet che probabilmente in questo momento non gli sarebbe più stato possibile).

La musica inserita raggiunge quasi 30 ore di riproduzione, tra artisti iraniani, yemeniti e brani dello stesso Souleyman. La trovate qui sotto.

Leave a Comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...