Better Call Saul, quarta stagione: trailer, data di uscita e le ultime indiscrezioni

Posted by

Questo articolo rivela elementi importanti della trama di Better Call Saul, la serie Netflix creata da Vince Gilligan. Se ne suggerisce dunque la lettura solo ed esclusivamente dopo aver visto le stagioni precedenti, e non prima, per evitare di perdervi il gusto della prima visione.

Sono tutti d’accordo nel definire Better Call Saul un caso più unico che raro: una serie che prende il via come spin-off/prequel di un’altra (Breaking Bad) che ha riscosso un successo di critica e pubblico senza precedenti, concepita dallo stesso creatore e in grado di ottenere una popolaritá analoga (anzi, non sono in pochi a confessare di aver amato Better Call Saul più di Breaking Bad, per la profondità delle dinamiche umane). Le prime tre stagioni sono disponibili su Netflix, e la produzione della quarta è appena stata completata: i nuovi episodi andranno in onda sull’emittente americana AMC il 6 Agosto 2018. A quel punto, gli episodi potrebbero essere su Netflix già il giorno dopo (ancora nessuna conferma da Netflix).

In base a quanto svelato finora, la morte di Chuck, avvenuta nell’ultimissima scena della scorsa stagione, farà da spinta nella trasformazione di Jimmy McGill in Saul Goodman. Come reazione alla perdita, Jimmy inizierà a fare passi decisi verso il mondo della criminalità, e questo metterà in crisi la sua carriera di avvocato e il suo rapporto con Kim. La morte di Chuck metterà anche Kim e Howard l’uno contro l’altra, nuovamente in parti opposte di uno scontro alimentato dai fratelli McGill. Ecco il primo trailer condiviso dalla pagina Facebook ufficiale della serie.

Mike acquisirà un ruolo sempre più attivo all’interno della Madrigal Electromotive. È un periodo convulso per essere un impegato di Gus Fring, perché la caduta di Hector Salamanca avrà un impatto su tutta la malavita di Albuquerque e manderà l’intero cartello nel caos, distruggendo anche i piani di Nacho e Gus. Mentre Gus riuscirà ad adattarsi, Nacho finirà vittima di “forze letali”.

La natura stessa della serie come prequel ha fatto nascere diverse altre domande. Ci si aspetta infatti che Better Call Saul abbia una fine, dal momento che racconta i fatti che accadono prima di Breaking Bad. Eppure, a tal proposito il creatore Vince Gilligan si è espresso in maniera sorprendente: “è vero che Better Call Saul ha una finitezza congenita per via del fatto che gli eventi debbano concludersi prima che inizino quelli di Breaking Bad. Ma ciò non esclude le potenzialità del periodo post-Breaking Bad: le sequenze in bianco e nero che raccontano sprazzi della vita di Saul dopo il cambio identità potrebbero avere un seguito, trasformando così a un certo punto la serie nella storia di ‘Cinnabon Gene'”.

Sembra anche confermato che la quarta stagione volgerà su toni più cupi e si avvicinerà in maniera più netta ai fatti di Breaking Bad. E si parla ora anche in maniera più concreta del tema più caldo da sempre legato a Better Call Saul, ossia la possibilità che prima o poi la storia si incroci coi due protagonisti di Breaking Bad, Jesse Pinkman e Walter White. Lo scorso 19 Giugno c’è stata la reunion dell’intero cast di Breaking Bad in occasione del suo decimo anniversario, immortalato dalla foto che trovate qui sotto. E tutti si sono detti più che favorevoli alle apparizioni di Jesse e Mr. White. Non solo gli attori, ma anche lo stesso Vince Gilligan, che ha detto: “penso che abbiamo aspettato abbastanza perché ci sia una buona ragione di farli apparire. Non deve essere un fugace cameo come Alfred Hitchcock nei suoi film. Dobbiamo pensarci bene, perché voglio sentire quell”yeah, bitch’ ancora una volta.”

breaking-bad-cast-reunite-gallery

No votes yet.
Please wait...

Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.